Calcio a 5 – Cus Avellino supera il Gladiator

27 novembre 2010

I lupi si aggiudicano il match contro il Futsal Gladiator e si portano a tre punti dalla vetta. Si torna a casa convinti di aver offerto una prestazione non esaltante, ma alla fine ciò che conta sono i tre punti. Il Cus Avellino C5 esce indenne dalla trasferta in quel di Santa Maria Capua Vetere dove ha battuto un coraggioso Futsal Gladiator col risultato di 4-3. Per la sfida in Terra di Lavoro, all’arco di mister Lamparelli una freccia in più: Luigi Milito è tra i dodici convocati per la trasferta e lo si vede scalpitante in panchina. Una pedina importante per lo scacchiere biancoverde, che finalmente, dopo quasi due mesi di stop e un recupero in tempi record, torna a disposizione del tecnico e della squadra. Per l’occasione, il tecnico irpino manda in campo il quintetto tipo, con Tramice, che rientra dalla squalifica, in porta, Erba centrale difensivo, Stiano e Cretella laterali e Parente pivot. Mister Cappella invece manda in campo Caputo tra i pali, Fuschetti, Fabozzo, capitan Coronella e Murante.
PRIMO TEMPO – Primi minuti di studio per le due compagini. Avellino prende le misure del campo di gioco, con gli irpini che hanno a che fare con un rettangolo verde in erbetta sintetica. Bravi i padroni di casa a chiudere gli spazi alle incursioni avversarie. Al 6’ i biancoblù i gladiatori passano in vantaggio: sugli sviluppi di una punizione battuta da Fuschetti, Murante buca Tramice (1-0). Avellino non fa mancare la sua reazione, con Stiano, che prima dalla distanza si fa parare il tiro da Caputo, poi su pallonetto di Erba è ancora Caputo che dice di no al ‘Samurai’. Nel miglior momento di Avellino, il Gladiator raddoppia con Fabozzo, che approfitta di un veloce contropiede per allargare il gap (2-0). Ma i lupi non demordono ed è ancora Stiano che cerca lo specchio della porta: al 19’ ci riprova con un gran tiro ma Caputo continua a far la voce grossa. L’ex Mecobil prende per mano la squadra biancoverde e al 20’ finalmente arriva la rete che dimezza lo svantaggio: su calcio d’angolo di Cretella, Avellino mette in pratica uno schema provato in settimana ed è proprio Stiano a firmare la marcatura (2-1). Al 25’, mister Lamparelli chiama un cambio: fuori Erba, dentro Milito, accolto dall’applauso della sparuta rappresentanza di sostenitori bianco verdi. Atteggiamento che non è mutato quello del ‘Bombardiere’ in due mesi di allontanamento forzato dal campo di gioco. Avellino si propone più volte davanti a Caputo, che blocca in tutti i modi lo specchio della porta agli attacchi irpini. Sul 2-1 la coppia arbitrale decreta la fine della prima frazione.
SECONDO TEMPO – Nella ripresa, mister Lamparelli schiera lo stesso quintetto con cui si è chiuso il primo tempo. Passano trenta secondi e Stiano cerca di pattare subito i conti, ma il tiro termina abbondantemente fuori. Al 4’ il palo salva Tramice: ancora Murante è pericoloso in area biancoverde ma la sfera si stampa sul secondo palo. Dopo tre minuti, arriva la rete del pareggio: Lamparelli richiama in panca Milito e getta nella mischia il gladiatore di Avellino, che non si fa trovare impreparato all’appuntamento con il gol. Ottima intuizione di Galeotafiore (entrato a sostituire Parente) che sulla corsia sinistra vede accorrere Erba, assist al bacio per il ‘Gladio’ che gonfia la rete alle spalle di un incolpevole Caputo (2-2). Inizia da qui la rimonta dei lupi. Torna in campo Parente al posto di Galeotafiore e il ‘Divino’ appone il suo doppio sigillo al match al 13’, con un potente tiro sul palo opposto (2-3), poi al 20’ quando ha concluso a rete un ottimo scambio con Stiano (2-4). Il Gladiator riesce però a portarsi a meno uno con Fuschetti (3-4), ma nonostante la veemenza dei gladiatori di mister Cappella, la gara si chiude con i lupi che portano a casa tre punti importantissimi sia per la classifica che per il calendario. Con questa vittoria, infatti, Venezia e soci si portano a 24 punti, a sole tre lunghezze dalla vetta. E sabato c’è la gara in assoluto più importante del campionato: il derby con il Futsal Solofra.

I TABELLINI
FUTSAL GLADIATOR: Caputo (p), Fuschetti, Fabozzo, Coronella (K), Murante (VK), Marra, Mazzocchi, Di Stasio, Barbieri, Festa, Cipullo, Marcellinaro ALL. Cappella
CUS AVELLINO C5: Milito, Balestrieri, Di Marzo, Venezia (K), Stiano, Erba (VK), Lepore (p), Tramice (p), Galeotafiore, Parente, Esposito S. ALL. Lamparelli
ARBITRI: Marco Rota di Salerno (primo arbitro) e Lucio Vincenzo Russo di Napoli (secondo arbitro)
FINALE: 3-4
MARCATORI: 6’ pt Murante (GLA), 16’ pt Fabozzo (GLA), 20’ pt Stiano (CUS), 7’ st Erba (CUS), 13’ st e 20’ st Parente (CUS), 24’ st Fuschetti (GLA)
AMMONITI: Fabozzo, Coronella, Mazzoloni, Murante (GLA), Milito (CUS)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.