Buonavita: “Discutere con le parti sociali riassetto in Regione”

24 novembre 2010

Il Segretario generale CISL FP Avellino Doriana Buonavita in merito al riassetto dei dipendenti in Regione Campania annuncia che “la necessità di riorganizzare la struttura regionale è da tempo una delle priorità di questa Organizzazione Sindacale atteso che il perseguimento degli obiettivi di efficienza, efficacia ed economicità, nell’esercizio dei compiti e delle funzioni assegnate ai Settori regionali centrali e periferici, si rendano, nell’attuale panorama legislativo, sempre più indispensabili. I vincoli sottoposti a seguito dello sforamento del patto di stabilità alla Regione Campania, non devono però penalizzare i dipendenti regionali che ad oggi lamentano la poco razionale e produttiva organizzazione del lavoro, il mancato riconoscimento delle professionalità e dei ruoli nonché la sperequativa distribuzione del salario accessorio. Dalle OO.SS. regionali è partita, nei giorni scorsi, la diffida all’Amministrazione Regionale a predisporre qualunque elenco di personale in esubero senza aver prima sottoposto e discusso con le parti sociali la proposta di riorganizzazione degli uffici. La CISL FP ha elaborato un documento di sintesi inerente le attività svolte dai vari settori e quelle da implementare nella sede periferica di Avellino, che verrà trasmesso all’Assessore Sommese per il dovuto confronto. E’ fin troppo chiaro che dare spazio ai numeri che vogliono i dipendenti regionali in esubero e di conseguenza eccessiva la spesa a loro attribuita, significa pretestuosamente non voler intervenire sui costi della politica e sugli sprechi in termini di consulenze ed esternalizzazioni di servizi che potrebbero essere svolti dalle professionalità interne. La CISL FP continuerà nell’azione e ricerca del confronto ma anche di denuncia così come avvenuto per quanto attiene la mancata pubblicazione delle graduatorie dei vincitori ed idonei del concorso per istruttore direttivo amministrativo conclusosi un anno fa. Appare immotivata e pretestuosa la posizione assunta dalla dirigenza regionale nel non voler riconoscere ad alcuni dipendenti un loro diritto giuridico e professionale di crescita, atteso che per i restanti concorsi, si è proceduto in tale adempimento. Vigileremo affinché la dignità dei dipendenti regionali venga riconosciuta per la professionalità profusa in questi anni legando ogni miglioramento economico alla oggettiva misurazione e valutazione dei risultati e contrastando ogni forma di favoritismo personale – conclude il Segretario generale CISL FP Avellino Doriana Buonavita – “.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.