Bucaro: “Se Alfageme salta va sostituito. Noi insultati in panchina”

Bucaro: “Se Alfageme salta va sostituito. Noi insultati in panchina”

20 gennaio 2019

di Claudio De Vito – Il pareggio che lascia l’amaro in bocca e fa perdere le staffe a Giovanni Bucaro protagonista di un acceso diverbio con il dirimpettaio Manolo Liberati negli spogliatoi a fine gara. “Era sul balcone dietro la panchina – ha spiegato stizzito il tecnico biancoverde – siamo stati insultati e infamati in maniera pesante da lui e dal direttore sportivo. Ha detto cose sgradevoli su Avellino. Così non va bene”.

Nemmeno il risultato va bene all’Avellino costretto a fermare la corsa verso il primato. “Abbiamo creato diverse occasioni – ha affermato Bucaro – i ragazzi hanno dato tutto facendo buone cose, ma mancano i tre punti. Dobbiamo essere più incisivi e convinti sotto porta, e cercare di chiudere la partita perché poi l’imprevisto può capitare. Abbiamo preso un gol balordo. Ora diventa più difficile – ha aggiunto – ma non dobbiamo scoraggiarci. Se giochiamo così, difficilmente pareggeremo altro partite. Il campionato è ancora lungo”.

Caos Alfageme, rispetto al quale la società nutre fiducia al contrario dei tifosi. “Ho saputo ieri che non poteva venire con noi – ha riferito il trainer palermitano – all’inizio della prossima settimana (lunedì o la massimo martedì, ndr) ne sapremo di più. Mi auguro che tutto possa risolversi. Se non arriva l’ok, dobbiamo fare qualcosa senza dimenticare che chi ha giocato questo turno di C non è più tesserabile”.

Rammarico anche nelle parole di Matteo Gerbaudo: “C’è delusione ma non dobbiamo mollare – ha commentato il centrocampista – abbiamo preso gol su una palla buttata a casaccio. Davanti a noi hanno vinto e pertanto le cose si complicano. Noi però dobbiamo pensare al nostro percorso, se facciamo un filotto possiamo recuperare terreno”.