Brucia il litorale di Capaccio-Paestum, i bagnanti abbandonano le spiagge

Brucia il litorale di Capaccio-Paestum, i bagnanti abbandonano le spiagge

16 luglio 2017

L’emergenza incendi continua a imperversare in Campania. Nel primo pomeriggio di oggi un rogo è divampato nei pressi della spiaggia di Torre di Paestum, nota località balneare che si trova in provincia di Salerno. Le fiamme, secondo le prime ricostruzioni, sarebbero partite dalla boscaglia che si trova dietro un tratto di spiaggia libera. Non si conosce ancora l’origine del rogo: se sia dovuto al caldo o se dietro vi sia la mano di un piromane.

L’incendio ha comunque causato una densa colonna di fumo nero, che ha invaso la spiaggia costringendo molti bagnanti ad allontanarsi dalla zona per il timore di rimanere intossicati.

Sul posto la protezione civile di Capaccio Paestum: i volontari sono stati impegnati a lungo per cercare di contenere l’incendio in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco. A scopo precauzionale è stata evacuata un’abitazione. Contemporaneamente un altro incendio è partito in via Molino di Mare, località Linora. A fuoco sterpaglie secche che hanno alimentato velocemente le fiamme. La densa nuvola di fumo sprigionata era visibile da chilometri di distanza. Il sospetto è che dietro vi sia la mano di piromani e mentre il vento continua a soffiare forte su tutta la piana, mentre vigili del fuoco e protezione civile sono impegnati a spegnare gli incendi, è forte il timore che possano verificarsene altri.