Bonifiche: 3,6 mln per siti irpini sotto procedura d’infrazione

4 giugno 2013

Napoli – “La delibera che programma e impegna oltre 61 milioni di euro per bonificare 49 siti regionali di discarica oggetto di procedura di infrazione da parte della UE partita nel 2007, eviterà una pesante sanzione. E’ un ulteriore concreto passo avanti del programma complessivo di recupero ambientale della nostra Regione e di rimedio al tempo perso in passato”. L’assessore all’Ambiente di Palazzo Santa Lucia Giovanni Romano commenta con soddisfazione l’approvazione del provvedimento da parte della Giunta regionale.

Per l’Irpinia saranno impegnati circa 3,6 milioni di euro, così ripartiti: Andretta (loc. Frascineta, 1,8 mln); Monteverde (loc. Aia Forcella 1,1 mln); Rotondi (Cavone-Santo Stefano, 50mila); Villamaina (loc. Formulano, 600mila).

“La procedura d’infrazione in questione – ha ricordato l’assessore Romano – riguarda ex discariche comunali e annoverava in Campania 52 siti pubblici, su un totale di 218 siti nazionali. Per 3 di questi siti (Sant’Arcangelo Trimonte, Santa Maria La Fossa e Giugliano in Campania), gli interventi erano già stati attivati attraverso fonti di finanziamento nazionali. Con questa delibera viene quindi programmato il finanziamento degli altri interventi necessari nelle aree di discarica in procedura d’infrazione, attraverso le risorse dell’Obiettivo Operativo 1.2 relativo al miglioramento della salubrità dell’ambiente del POR-FESR 2007-2013. Il finanziamento degli interventi di bonifica è stato possibile grazie all’impegno del presidente Caldoro e dell’assessorato con le Autorità Europee e alla disponibilità dell’Autorità di Gestione del POR. I beneficiari dei finanziamenti sono i Comuni e le Province competenti per la gestione post mortem delle discariche pubbliche. Gli interventi dovranno essere conclusi improrogabilmente entro il 31 dicembre 2015″.