Blocco alla circolazione: la decisione arriverà la settimana prossima. Lunedì si circola

Blocco alla circolazione: la decisione arriverà la settimana prossima. Lunedì si circola

3 febbraio 2018

Marco Imbimbo – «L’ordinanza non è stata firmata, lunedì non ci sarà nessun blocco al traffico». Una precisazione d’obbligo, quella del sindaco Paolo Foti, dopo che in città si era diffusa la voce di una limitazione alla circolazione delle auto che sarebbe scattata già lunedì.

Niente di vero, almeno per il momento, perché la prossima settimana ci sarà un vertice in Comune per capire il da farsi.

Da inizio anno, le centraline Arpac, hanno già registrato 10 sforamenti dei limiti consentiti per  la presenza di Pm10 nell’aria. Troppi in poco più di un mese, alla luce anche del tetto massimo annuale di 35 sforamenti previsti dalla legge. E a questo punto, da Palazzo di Città si prepara a prendere misure drastiche.

«C’è una proposta del settore Ambiente di limitazioni al traffico per un periodo abbastanza lunga, una misura severa ma necessaria – sottolinea Foti. La prossima settimana ho disposto una riunione tra ufficio Ambiente e Comando di Polizia Locale per guardare nel dettaglio la proposta. C’è un dato negativo perché siamo già a 10 sforamenti. Se perdura il clima che c’è stato nei giorni scorsi, l’intervento diventerà necessario e urgente, ma dobbiamo ancora verificare le condizioni di questo intervento che, con molta probabilità, sarà diverso da quelli assunti in passato come le domeniche ecologiche o le targhe alterne».

Nel dettaglio, la misura prevede il blocco alla circolazione per 30 giorni delle auto fino ad euro 3, se alimentate a diesel, fino ad euro 2 se a benzina. Individuando anche due fasce orarie di blocco: 9-14 e 16-20.

Stessa misura potrebbe essere adottata anche dai Comuni limitrofi con cui è stato sottoscritto un protocollo anti-inquinamento. «La bozza d’intervento per il contenimento di questo fenomeno è stata trasmessa anche agli altri Comuni – spiega Foti – proprio perché, nel momento in cui Avellino definirà questo intervento, contestualmente lo dovrebbero definire anche loro».

Data l’importanza delle limitazioni alla circolazione e la durata del blocco, il Comune ha avviato un confronto anche con l’A.Ir. per un eventuale potenziamento del trasporto pubblico.

«Ho avuto due incontri con l’amministratore di A.Ir., Alberto De Sio, che mi ha garantito ampia disponibilità in questa direzione – annuncia il primo cittadino. Prima, però, dobbiamo entrare nel dettaglio perché coinvolge anche altri Comuni limitrofi. Tra l’altro, la necessità di definire un potenziamento del trasporto pubblico locale e non solo, è anche urgente  per fronteggiare l’emergenza “Mancini”. Ne abbiamo parlato anche con la Provincia, questa frammentazione dell’istituto crea delle evidenti difficoltà agli alunni che vengono da fuori città. Bisogna dare un sostegno in termini di trasporto pubblico a questi studenti».