Bimonte, Primavera Irpinia, sul Ferragosto: “Non poteva andare diversamente”

Bimonte, Primavera Irpinia, sul Ferragosto: “Non poteva andare diversamente”

13 agosto 2018

“Il Ferragosto è una festività che fu introdotta dell’imperatore Augusto per festeggiare la fine dei lavori agricoli e celebrare Conso che era il dio della terra e della fertilità, quindi, un riposo per godere dei frutti del duro lavoro delle settimane precedenti”. Bimonte, rappresentante di Primavera Irpina”, interviene nella vicenda cittadina sul Ferragosto.

“Il clamoroso autogol del sindaco Ciampi sui concerti non mi sorprende perché è la normale conseguenza di un periodo di impegno approssimativo, quindi, non c’è nulla da festeggiare”. Queste le parole di Massimo Bimonte, dirigente di Primavera Irpinia.

“Il lavoro per poter produrre risultati non solo deve essere profuso in quantità ma deve essere anche di qualità ed è ciò che manca alla nuova amministrazione. La gestione della cosa pubblica ha bisogno di competenze e di esperienza e non può essere lasciata all’improvvisazione. Proprio in questo senso poteva far comodo avere l’appoggio di altre forze all’interno dell’assise comunale, non con una alleanza ma con un semplice contratto di governo, così come è stato fatto a livello nazionale. Operazione resa ancora più facile dai numerosi punti di contatto tra i programmi delle forze che hanno appoggiato il neo sindaco al ballottaggio dello scorso 24 giugno. Invece, questo bizzarro modo di governare alla giornata non è ciò che si meritano Avellino ed i suoi cittadini, c’è bisogno di una visione di insieme e di una corretta programmazione delle cose da fare”.