Bilancio comunale, il gruppo ‘Per Lioni’ abbandona il Consiglio

Bilancio comunale, il gruppo ‘Per Lioni’ abbandona il Consiglio

19 agosto 2018

“In apertura della seduta di consiglio comunale di ieri (18 agosto), il capo gruppo Andrea Pezzella ha rivolto il cordoglio del gruppo consiliare per le vittime del crollo del “Ponte Morandi”, in cima ai pensieri di tutti i cittadini, e la piena e convinta solidarietà alla comunità di Genova, che si unisce al plauso nei confronti di quanti, dalle forze dell’ordine agli operatori tecnici, dagli operatori sanitari ai comuni volontari, fino alle istituzioni locali che prestano la loro opera per assistere le persone colpite e guarire la ferita della città”.

Così esordisce il consigliere Rodolfo Salzarulo del gruppo di opposizione ‘Per Lioni’. Dopo una parentesi doverosa in ricordo delle vittime del disastro del ponte di Genova, il civico consesso ha lasciato spazio agli argomenti all’ordine del giorno.

Durante la discussione, però, Salzarulo, ha chiesto la parola per affrontare la questione del bilancio comunale.

“Ho sollecitato nuovamente il sindaco sui dati della gestione economica dell’Ente, rivolte allo stesso nella seduta di approvazione del bilancio di previsione del 9 maggio scorso.

Si tratta di ben 43 questioni rilevanti, relative a voci di bilancio su cui il primo cittadino stesso si era, come già nel 2017, riservato di fornire risposta nella successiva seduta del Consiglio.

Nella seduta successiva del consiglio, il 12 giugno, il sindaco era stato ancora sollecitato a fornire risposta ai quesiti posti il 9 maggio e aveva dichiarato un ulteriore rinvio.

Nella odierna seduta del Consiglio, (18 agosto) ad una precisa sollecitazione da parte del consigliere Salzarulo, ha risposto chiedendo di fissare i tempi per le richieste.

Gli è stato obiettato che i tempi li ha già fissati lui quando ha rinviato al successivo Consiglio.

Dal momento che molte delle richieste presentate hanno valore e interesse per la comunità e costituiscono la premessa indispensabile, e non ulteriormente differibile, per l’espletamento della funzione di controllo propria dei consiglieri comunali.

Dato che la necessità di ottenere le risposte a domanda si ponga in termini urgenti almeno per questioni di natura economico-amministrativa, di estrema rilevanza per la gestione trasparente della cosa pubblica.

Per protesta contro questo ulteriore e colpevole atteggiamento dilatorio, che manifesta mancanza di rispetto per il ruolo e la funzione del Consiglio Comunale, il gruppo “per Lioni” ha abbandonato la seduta“.