Bianchino e Irpinianews vincono il test dell’opinione pubblica

13 marzo 2006

Alla fine è stato un successo con circa 60mila visitatori che hanno espresso il voto ai loro candidati preferiti sul tema “pubblica opinione e politica”: un binomio quanto mai significativo di questi tempi, ormai prossimi al voto del 9 e del 10 aprile. Tempi di una nuova Legge elettorale, che fa conti con simboli e non con preferenze. Tempi in cui sono i vertici dei partiti, in assenza delle primarie, ad indicare i nomi di aspiranti Deputati. Il sondaggio di Irpinianews, testata giornalistica on line dell’Irpinia, è stato un piccolo test riservato ai cittadini-elettori che ha scandito un tempo ‘diverso’: quello della libera opinione, democraticamente espressa, che può servire alla riflessione, interna ed esterna, dei partiti. Non è indicativo il voto finale, nè ha un valore statistico. Ma potrebbe risultare interessante scoprire le ‘preferenze’ alla Camera deducibili dalle risposte di una fetta di provincia, o forse di Campania, raccolte in due mesi a questa parte da Irpinianews, relativamente alla domanda:

‘Chi è il vostro candidato preferito per le prossime elezioni Politiche alla Camera del 2006?’

Un valore assoluto di circa 60 mila cliccate, che potremmo definire ‘voti elettronici’; una lista complessiva di circa 40 nomi presi in prestito dal mondo della politica locale, per dare corpo a quella ‘lista’ virtuale alla Camera da mettere a disposizione dei destinatari del sondaggio; due mesi e mezzo di tempo; una media di 1500 cliccate al giorno. I risultati? Soffermiamoci su una parte, la più consistente, di ‘voti’ al sondaggio: 59082 per la precisione, quelli che hanno determinato la scaletta delle prime 36 ‘preferenze’ alla Camera espresse dai lettori di Irpinianews. Al primo posto, Mario Bianchino , Direttore generale dell’Ente Provincia, ex sindaco di Montoro Inferiore e dirigente della Quercia irpina: i suoi 11 mila e 650 voti, pari al 19 per cento delle preferenze totalmente espresse. Medaglia d’argento a Michele Langastro, presidente della Comunità montana Serinese Solofrana, con il 16 per cento e quasi dieci mila voti. Il bronzo va invece a un esponente del centrodestra, Franco D’Ercole, capogruppo di An alla Regione. Anche lui nome non in lista per la Camera dei Deputati. La Margherita torna al quarto posto con Mario Sena che incassa oltre 4 mila preferenze. E’ quinto invece il capolista alla Camera, Ciriaco De Mita risultato leader anche via web. A lui 4050 preferenze. Ancora, sesto Andrea Covotta. Prima quota rosa ad emergere, Rosa Anna Maria Repole, sempre in quota Margherita. Dopo di lei, Giuseppe De Mita. A seguire, Ortensio Zecchino, anche lui nome mancante, per Forza Italia Cosimo Sibilia, undicesimo sbalzo al Pdci con Vito Nicola Cicchetti, e subito dopo l’Udeur con il suo leader Clemente Mastella. Tiene il Campanile con Iacobelli, mentre è al quindicesimo posto la presidente Alberta De Simone come espressione in rosa dei Ds. Dopo di lei la Mazzone dell’Udc, e al sedicesimo torna l’Udeur con il presidente Ato Calore Irpino, Giuditta. I lettori di Irpinianews hanno votato al diciassettesimo un altro uomo del Fiorellino, Gaetano Sicuranza. Poco votati invece, alcuni big, attualmente candidati come Maccanico e Bianco ed altri esponenti di rilievo della politica provinciale e regionale.