Berlusconi punta su Tajani, cittadino onorario di Pratola Serra

Berlusconi punta su Tajani, cittadino onorario di Pratola Serra

5 settembre 2017

Pasquale Manganiello – L’idea Antonio Tajani tenta fortemente il centrodestra. Sarebbe proprio il presidente del Parlamento Europeo il preferito del Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, come candidato premier.

“Tajani sarà il jolly con cui Berlusconi si presenterà da Mattarella nel caso in cui la somma dei parlamentari eletti da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e delle altre liste ascrivibili al centrodestra superasse l’asticella della maggioranza alla Camera e al Senato”. A scriverlo è il Corriere della Sera che, analizzando i punti di forza che hanno portato il leader azzurro a puntare su Tajani.

Recentemente, al presidente del parlamento europeo è stata conferita la cittadinanza onoraria del comune di Pratola Serra.

“Il conferimento della cittadinanza onoraria ad Antonio Tajani rappresenta un vanto per il Comune di Pratola Serra”, ha affermato il sindaco Emanuele Aufiero – “i rapporti istituzionali instaurati con il presidente hanno favorito la crescita politica del paese e l’aumento della visibilità dell’Ente stesso oltre i confini regionali. Nel mese di settembre, l’amministrazione intensificherà la possibilità di intercettazione di fondi comunitari con la partecipazione di alcuni amministratori presso il Parlamento Europeo di Bruxelles e, inoltre, Tajani presiederà a Pratola Serra un seminario di approfondimento sulle politiche comunitarie. Tutto ciò sarà utile per lo sviluppo di un piano d’azione rivolto alle imprese e per migliorare l’accesso ai finanziamenti, non dimenticando la presenza dello stabilimento Fca sul territorio comunale”.

Tuttavia il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, si è subito detto contrario a questa ipotetica scelta: “Ho visto che Berlusconi ha cambiato tanti nomi, io mi preoccupo di più del programma e della nostra squadra. Tajani è responsabile di tutte le scelte di questa Europa, dove governa insieme al Pd, una Europa che tutti dicono che cosi come è non va bene. Bisogna tener presente che le decisioni prese da Bruxelles sulle banche, sull’agricoltura, come le sanzioni alla Russia e i regali alla Turchia hanno visto Tajani corresponsabile. Nostro obiettivo è che il centrodestra vinca e che la Lega sia il primo partito così che saremo noi a indicare leader e squadra di governo”.

Intanto il 15 e 16 e 17 settembre Tajani organizzerà a Fiuggi la sesta edizione della manifestazione dal titolo “L’Italia e l’Europa che vogliamo”. Dal sito della tradizionale manifestazione, è lo stesso attuale presidente del Parlamento Europeo a sottolineare come “questa due giorni si svolgerà in un momento molto particolare per il futuro dell’Unione europea e del nostro Paese”. Berlusconi è atteso alla convention che vedrà anche la partecipazione di Gasparri, Romani, Brunetta, Carfagna, Gelmini, Matera e Alessandra Mussolini.

In autunno sono in programma gli Stati Generali del Centrodestra, momento in cui verranno sviscerati programmi e candidature della coalizione. In Irpinia, dopo la fuga in avanti di Nunzia De Girolamo che ha già dichiarato che sarà capolista del Collegio Irpinia-Sannio, si attende la decisione del presidente della Provincia e sindaco di Ariano Domenico Gambacorta. Ancora pochi giorni di riflessione prima di svelare se sarà candidato alle prossime elezioni o se deciderà di rimanere alla guida dei due Enti.