Beni culturali: la Regione premia il liceo Mancini di Avellino

Beni culturali: la Regione premia il liceo Mancini di Avellino

17 aprile 2018

C’è anche il liceo scientifico “P.S. Mancini” di Avellino tra i premiati nell’Aula Siani del Consiglio regionale della Campania nell’ambito del convegno internazionale sugli Open data per la Trasparenza e la Partecipazione, organizzato dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Salerno in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Regionale.

Si conclude così il progetto “Horizon 2020 Route-to-PA”, frutto di un lavoro triennale portato avanti assieme ad altri cinque Paesi europei (Irlanda, Francia, Olanda, Polonia, Gran Bretagna) e che punta sull’innovazione e sull’apertura al cittadino, con l’obiettivo di coinvolgere le persone per realizzare e costruire una democrazia digitale, utilizzando lo strumento degli open data per garantire trasparenza, semplificazione e partecipazione”, dichiara la presidente Rosetta D’Amelio.

“Come Istituzioni abbiamo il dovere di promuovere la trasparenza e l’e-education dei cittadini per un uso consapevole delle informazioni e delle fonti – conclude D’Amelio -. E’ rilevante quindi che oggi vengano premiate esperienze significative che vedono protagonisti non soltanto le Pubbliche Amministrazioni. Accanto ai progetti di Nocera e Prato, figura quello del liceo “Mancini” di Avellino per la partecipazione alla piattaforma per gli Open Data del patrimonio culturale campano, “Hetor”, con un lavoro dedicato alla valorizzazione del Museo Irpino”.