“Benessere Giovani – Organizziamoci”, il progetto di Chiusano San Domenico

“Benessere Giovani – Organizziamoci”, il progetto di Chiusano San Domenico

6 marzo 2017

Il Comune di Chiusano San Domenico risponde in grande al Bando della Regione Campania “Benessere Giovani – Organizziamoci”. La Misura mira a sensibilizzare ed accompagnare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura d’impresa, alla loro autonomia e all’acquisizione di esperienze e competenze utili a favorire la loro crescita personale, lacittadinanza attiva e la conoscenza dei territori e a dare spazio alle loro propensioni artistiche e creative.

Numerose le adesioni alla manifestazione d’interesse pervenute all’amministrazione guidata dal sindaco Carmine De Angelis che si dice orgoglioso della rete e della proposta progettuale di altro spessore che, insieme al partenariato, si appresta a presentare alla Regione Campania in vista della scadenza del 15 marzo.

L’Avviso è rivolto a partenariati tra soggetti pubblici, associazioni giovanili, altri soggetti senza scopo di lucro e imprese per lo svolgimento di laboratori rivolti ai giovani attraverso l’utilizzo di spazi pubblici multifunzionali messi stabilmente a disposizione dei giovani. Lo spazio da valorizzare individuato dal Comune di Chiusano è Palazzo Carafa, residenza signorile del ‘600 recentemente restaurata.

I Comuni protagonisti sono: Chiusano, ente capofila, Candida, Melito, Montella, San Nicola Baronia e Sorbo Serpico. Tra i centri di formazione che hanno aderito all’iniziativa spuntano nomi di alto livello: l’Università Federico II di Napoli, l’Università Telematica Giustino Fortunato, l’Osservatorio nazionale sulla Legalità, l’Istituto Suor Orsola Benincasa. Anche gli altri enti e aziende partner coinvolti risultano di grande spessore: Confindustria , Coldiretti, Gal, Proloco Provinciale, Consorzio Vitivinicolo italiano, Consorzio italiano Olio extravergine di qualità, Irpiniambiente, Mangiare Italiano,oltre 35 cantine e aziende agroalimentari.

Ben 38 associazioni giovanili territoriali capeggiate da Italiacamp hanno realizzato e completato la rete progettuale più imponente sul territorio irpino. Questa settimana verrà istituito con tutti i soggetti coinvolti il Tavolo permanente per redigere il progetto. L’ammontare del finanziamento richiesto è di 80.000 euro.

“Siamo partiti in pochi con una semplice idea: aprirsi alle idee – ha commentato il sindaco De Angelis -In poco tempo abbiamo avuto l’adesione di numerosi soggetti altamente qualificati. Siamo cresciuti, siamo diventati tanti. È dalle persone che nascono le idee e dalla condivisione la rete dei valori. Si tratta di un’esperienza entusiasmante e carica di significati. Insieme possiamo sviluppare energie e far fiorire talenti!”

Il dispositivo finanzia la progettazione e la realizzazione di Laboratori relativi a percorsi di sostegno e accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo; Laboratori educativi e culturali, finalizzati a promuovere attività di animazione giovanile per la crescita personale e l’integrazione sociale dei giovani su temi della legalità, della cittadinanza attiva, dell’educazione e tutela dell’ambiente, nonché, la partecipazione collettiva di ricostruzione della identità dei luoghi e delle comunità; Laboratori esperienziali nei quali i giovani, coinvolti nelle attività del progetto, parteciperanno in situazioni di esperienze pratiche, presso le stesse imprese del partenariato; esperienze finalizzate all’acquisizione di abilità che potranno indirizzare al meglio le scelte giovanili.