Bellizzi Irpino, la Prefettura sollecita la Circoscrizione a convocare il consiglio e Libera Città chiede le dimissioni del Presidente

by 2 marzo 2005

( Nota di Libera Città) – “Nessun rispetto per le regole alla VII circoscrizione, è dovuta intervenire la Prefettura per la mancata convocazione del consiglio.
A distanza di più di un mese dalla richiesta del gruppo di Libera Città, a seguito dell’evento franoso che interessò Bellizi, sull’argomento più sentito dalla frazione e cioè la regimentazione delle acque con la sistemazione dell’area a rischio, viene ancora impedito alla popolazione di avere risposte sul mancato appalto di un opera già finanziata all’epoca dell’amministrazione Di Nunno per 2 Miliardi di vecchie Lire.
I consiglieri di Libera Città (gruppo consiliare più votato della frazione) chiedono le dimissioni immediate del presidente, già eletto in maniera illegittima senza la presentazione del programma sottoscritto dai consiglieri come prevede lo Statuto.
Il capogruppo Tornatore, a nome del gruppo e dei cittadini di Bellizzi, ringrazia la Prefettura di Avellino che è intervenuta per invitare (ai sensi dell’art.8 del regolamento) il Presidente ed in via omissiva il Sindaco a provvedere alle inadempienze relative alla mancata convocazione del consiglio circoscrizionale.
E’ questo solo l’ultimo episodio in ordine di tempo dell’abbandono della realtà di Bellizzi e dello svuotamento delle funzioni della circoscrizione di cui era nota in passato la valenza sul piano amministrativo e politico.
Il gruppo di Libera Città terrà iniziative pubbliche per sollecitare la soluzione dei problemi ed il ruolo attivo dei consiglieri ridotti solo a ratificare scelte prese, per interessi diversi, fuori dalla realtà di Bellizzi”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.