Batista e Stone: Venezia cala il bis ma per i due niente derby con la Sidigas

Batista e Stone: Venezia cala il bis ma per i due niente derby con la Sidigas

27 febbraio 2017

Sei sconfitte nelle ultime sette gare: un rullino di marcia negativo che ha imposto alla Reyer Venezia di intervenire prepotentemente sul mercato.

Tesserato il lungo Esteban Damian Batista Hernandez, protagonista dell’ultimo scudetto dell’EA7 Olimpia, primo cestista uruguaiano a giocare in NBA (70 partite, dal 2005 al 2007, con la maglia degli Atlanta Hawks) e detentore con la propria nazionale di due medaglie d’argento (2006 e 2008), tre di bronzo (2003, 2010 e 2016) ai Campionati Sudamericani e una medaglia di bronzo (2007) ai Giochi Panamericani.

Ma non è finita qui, perché i lagunari hanno rafforzato anche il pacchetto esterni con il ritorno in laguna del play, nato in Virginia, Julyan Stone, protagonista nel 2014/15 della cavalcata veneta terminata con il secondo posto in regular season e con la semifinale scudetto.

Due autentiche bocche da fuoco che innalzeranno – e non di poco – il livello complessivo della compagine veneziana in campionato ma che tuttavia non sono stati tesserati in tempo per la Champions League. In quest’ottica può tirare un sospiro di sollievo la Sidigas Avellino, prossima avversaria della Reyer proprio agli ottavi di finale della neofita kermesse continentale targata Fiba: gara 1 si disputerà al Taliercio mercoledì 1 marzo alle 20:30, ritorno una settimana dopo a Contrada Zoccolari.