Basket, Vitucci: “Più ferocemente efficaci in attacco”

8 novembre 2013

Avellino – “Dobbiamo cercare di essere più ferocemente efficaci in fase di possesso”. E’ la medicina di coach Vitucci alla Scandone Avellino che domenica affronterà Cantù nella sua seconda trasferta consecutiva. “Ci aspetta una gara difficile – ha detto – ovviamente mi aspetto una reazione dei miei, mi aspetto di fare meglio di quanto fatto vedere a Varese. Credo che i ragazzi siano abbastanza consci di questo”.

Dopo la batosta di Masnago, Vitucci prova a calmare l’ambiente: “Voglio riportare tutti coi piedi a terra. Non abbiamo perso 10 partire consecutive, abbiamo sbagliato di grosso contro Pesaro ma abbiamo giocato solo 4 turni. E’ vero non abbiamo ancora espresso in pieno il nostro potenziale anche se a Pistoia e contro Roma abbiamo giocato delle gare in crescendo. Quindi, non c’è bisogno di agitarsi, di pensare a tagli o altro. E’ un momento difficile per molte società in A”

Diverse le ipotesi di cambi e rotazioni nel roster valutate nelle ultime settimane. “Si pensa sempre a cosa è meglio fare per il team. Siamo ancora alla ricerca di noi stessi, non siamo ancora definiti. Le performance dei singoli sono poco in sincronia tra loro”.

L’AVVERSARIO – “Cantù è una squadra dal roster lungo. Hanno spalmato bene il valore dei loro giocatori. Hanno ottimi esterni come Ragland e Jenkins, due giovani di interesse come Rullo e Abass, Cusin è un fattore e ha fatto un grande europeo. Dobbiamo capitalizzare i possessi. Loro giocano due volte a settimana e in questo periodo della stagione è solo un vantaggio, ovvero più ritmo, agonismo e livello di intensità”, ha concluso Vitucci.