Basket – Tegola sull’Air: per Williams niente Teramo

15 aprile 2009

Avellino – Si ferma Eric Williams. Il centro proveniente da Wake Forest non ha preso parte all’allenamento dei biancoverdi, a causa di una caviglia gonfia che sta creando non pochi problemi. Per l’ex Cantù si tratta di una distorsione che potrebbe tenerlo fermo ai box anche per il recupero della gara con Siena. A questo punto coach Markovski dovrà puntare su Tamar Slay, anch’egli alle prese con un polso ballerino. L’infortunio di Williams è arrivato nel momento peggiore per lui e per la squadra. ‘Big Dog’, pur non avendo giocato la sua miglior prestazione in quel di Udine, aveva trovato il giusto equilibrio sia in attacco che in difesa. In fase offensiva il suo pick and roll ha permesso di creare le giuste spaziature (e lo stesso vale per Crosariol nell’ultima uscita) ma è nella fase di non possesso dove i lupi potrebbero risentirne maggiormente. Recuperato invece Daniele Cinciarini. Fondamentale l’apporto della guardia della nazionale nella gara contro Udine: il suo plus/minus (-12) non inganni, il ‘Cincia’ ha tenuto in piedi la squadra a suon di triple. A confortare lo staff tecnico è invece il buon momento di Antonio Porta. L’italo argentino (anche se alle prese con problemi alla schiena che comunque lo stanno facendo allenare a singhiozzo) è stato davvero preciso ed ordinato nei 22 minuti in cui è stato chiamato in causa. Buona gestione dei possessi, buona circolazione e tante palle preziose per i suoi compagni. Quando il play ‘di riserva’ offre queste garanzie ne guadagnano tutti, a partire da un Drake Diener che – liberato dal compito ulteriore e gravoso di portar palla – può concentrarsi sulla selezione di tiro. I numeri, in questo caso, sono tutti a supporto dell’ex Capo d’Orlando: un 5/7 da 3 (condito da 3 rimbalzi) che finalmente rende giustizia alle abilità realizzative della guardia proveniente da DePaul, che pure nelle ultime uscite aveva accusato un periodo di flessione.