Basket – Siena ammazza la Scandone: 101-65. Fatale il terzo quarto

3 dicembre 2012

Scandone al Palaestra contro il pronostico e per il primo successo esterno di questo campionato. La Montepaschi di coach Banchi, dopo aver steso in Eurolega Malaga e staccato il pass per le top sixteen vuole risalire la china in classifica
Così in campo – Brown, Hackett, Janning, Sanikidze e Ress per i campioni d’Italia. Richardson, Shakur, Johnson, Ebi e Mavarides per Tucci
Primo quarto – Dopo cinque possessi, di cui tre senesi e due irpini, Johnson segna il primo canestro della serata. Poi Siena trova un cinque a zero di parziale grazie al duo Brown-Ress. Dopo un errore al tiro di Richardson, Janning allunga la serie positiva della Montepaschi e spinge i suoi. Al 6’ si accende il match. Prima Shakur, poi Moss e la tripla di Mavraides in meno di un minuto accendono la sfida. Tripla di Janning, tripla di Richardson, poi arriva quella di Ress. 18-12 all’8’. Il solito Brown per la Montepaschi sembra avere una marcia in più, ma la Scandone c’è e attacca bene il ferro con Johnson e lo scatenato Richardson. Il quarto si chiude però con altri cinque punti senesi. Tripla di Kangur e liberi di Brown. 25-20
Secondo quarto – Dopo il solito inizio stentato da parte irpina, Moss infila una tripla devastante. Avellino risponde con Mavraides ma Eze tutto solo allunga nuovamente per Siena. Al 22’ è 30-22. Per lunghi tre minuti nessuno va a referto, allora Brown prima e Mavraides dopo spezzano il digiuno. Le squadre difendono alla grande, ma commettono tanti falli. I prossimi canestri del quarto, o meglio la maggioranza arriveranno dalla lunetta. Kangur ne segna quattro di fila, poi per Avellino ad essere freddo è Richardson. Dal campo il canestro lo trova Biligha con la sua prima tripla del campionato. Siena, invece, a referto ci va solo dalla linea della carità. Due su due per Kangur, altrettanto per Shakur. Tripla di Dragovic la Scandone è a meno tre al 19’. 39-36. Hackett con un piazzato chiude il quarto sul 41-36. Sidigas per ora in partita
Terzo quarto – Il penultimo periodo inizia con quattro punti di fila per Ress e quattro per Ebi, i primi del match per il centrone di Avellino. Tripla di Brown, poi è otto a zero. Ebi chiude il break, ma un’altra bomba di Brown ammazza Avellino. 56-42 al 26’. Due per Shakur, cinque in fila per Moss è questa la netta differenza tra le due squadre. Avellino fatica a raggiungere il ferro senese, la Montepaschi segna troppo facile. Dragovic e Shakur approfittano di una pausa di riflessione senese, Sanikidze rimette in senesi in carreggiata. Al 28’ è 64-48 dopo due liberi di Hackett. Cuore Spinelli suona la carica, ma puntuale Ress dall’arco fa la voce grossa. Poi la schiacciata di Sanikidze chiude il match a 10’ dal termine sul 72-50
Ultimo quarto – Per la Scandone ormai si gioca per le statistiche. Siena per dilagare. Nei primi tre minuti solo quattro punti e tutti griffati Montepaschi da Brown e Kangur. Fortissimo il playmaker dei biancoverdi toscani. Da solo ha fatto bello e il cattivo tempo guidando i suoi al successo. Avellino il primo canestro del periodo lo trova dopo più di 4’ con Spinelli, ma subito viene mortificato dalla tripla di Kangur. Richardson e Shakur in 2’ minuti firmano un mini break in favore di Avellino, Banchi manda in campo anche Lechtaler che dalla lunetta trova i primi punti della serata. Libero di Johnson, ennesima tripla di Kangur, Siena dall’arco è rigenerata negli ultimi 14’. Liberi per Lechtaler, schiaccione di Ebi. Bomba di Janning, umiliata la Sidigas che fino al 24’ non meritava un passivo del genere. La ciliegina sulla torta è la tripla di Neri. Un tiro libero di Richardson chiude la partita. Siena stravince 101-65. Seconda sconfitta per Tucci. Contro questa Siena il ko ci sta tutto.