Basket Scandone, Sacripanti: “Più forti delle difficoltà, siamo una squadra matura ed umile”

Basket Scandone, Sacripanti: “Più forti delle difficoltà, siamo una squadra matura ed umile”

20 marzo 2016

La Sidigas Avellino centra l’undicesima vittoria consecutiva in campionato sconfiggendo la Virtus Bologna con il punteggio di 82-74 e il coach biancoverde Stefano Sacripanti non nasconde il suo entusiasmo: “Prima della partita parlavo con Alberani e ci siamo detti che quando giochiamo le partite senza tutti i nostri giocatori le difficoltà aumentano ma allo stesso tempo cresciamo a livello mentale e facciamo sentire tutti protagonisti di quanto di buono stiamo facendo fino ad ora ed è per questo che faccio i miei complimenti a Severini che sta in campo come un giocatore vero, si prende grandi responsabilità e per noi è un giocatore importantissimo. La partita aveva molte insidie come la marcatura di Pittman in area, c’è stato un grande lavoro di Cervi e Buva che hanno combattuto contro di lui mentre gli altri giocatori hanno fatto pressioni sulle sponde per non far ricevere a Pittman la palla dentro il pitturato. Abbiamo fatto un bel passo in avanti per entrare tra le prime quattro della classifica. Ora speriamo di recuperare tutti gli infortunati per prepararci al meglio per l’impegno di sabato contro Varese”.

A chi gli chiede dove può migliorare questa Scandone il coach è deciso: “Il passo in avanti che si potrebbe fare è avere a disposizione tutti gli atleti durante gli allenamenti; la pallacanestro è uno sport di contatto e ci sta in una stagione dove si lavora intensamente stare fermi ai box per un pò di tempo. Nonostante le vittorie contro le squadre blasonate siamo stati bravi a restare umili e concentrati anche con quei team il cui appeal può non essere molto elevato”

Sulla prestazione di Cervi e il raduno della nazionale under 20 dei prossimi giorni così coach Sacripanti: “Su Cervi sono in contatto continuo con il coach della nazionale Ettore Messina che segue molto Riccardo e per noi tutto questo è un motivo di grande orgoglio. Oggi ha fatto una partita eccelsa sia in attacco che in difesa e la sua crescita è costante e progressiva. Per quanto riguarda il raduno della nazionale under 20 di domani e dopodomani, sono contento che si effettui qui ad Avellino, un grazie va alla Sidigas per aver permesso tutto ciò. Il raduno sarà uno stage in cui io stesso visionerò i giocatori di cui 24 dovranno essere tesserati dalla FIP per gli Europei di questa estate. Invito tutti ad assistere agli allenamenti per scoprire i futuri talenti della nazionale.”

In conclusione una battuta sull’ormai imminente rinnovo del contratto:“E’ volontà mia e di Alberani continuare il lavoro qui ad Avellino anche perchè siamo totalmente d’accordo con il programma del patron De Cesare: vogliamo portare avanti insieme un progetto ambizioso qui ad Avellino. A giorni metteremo nero su bianco”