Basket Scandone, arriva Capo d’Orlando, salva e guarita dalla cura Di Carlo

Basket Scandone, arriva Capo d’Orlando, salva e guarita dalla cura Di Carlo

23 aprile 2016

E’ una Capo D’Orlando al settimo cielo, dopo aver conquistato la salvezza matematica nella scorsa giornata di campionato, quella che domenica affronterà la Sidigas Scandone Avellino al Pala Del Mauro.

La Sidigas e la Betaland, infatti, hanno condiviso quasi lo stesso percorso nella seconda fase del campionato, dove hanno raggiunto traguardi molto ambiziosi.

Snodo cruciale della stagione neanche a far l’apposta proprio il match dell’andata. Il 27 dicembre al Pala Fantozzi s’impose la squadra di Sacripanti e quella fu la vittoria della svolta che portò poi i lupi bianco verdi alla marcia trionfale in campionato segnata da 13 vittorie su 14 partite giocate, senza dimenticare l’impresa sfiorata alla kermesse delle Final Eight di Coppa Italia in quel di Milano.

Dall’altro lato Capo d’Orlando, dopo l’ennesima sconfitta, fu costretta a sollevare dall’incarico tecnico coach Griccioli e affidare la panchina al suo assistente Gennaro Di Carlo. La mossa della società isolana, col senno di poi si è rivelata azzeccatissima : coach Di Carlo è riuscito a risollevare una squadra ridotta ai minimi termini appaiata nei bassifondi della classifica e dare autostima e fiducia ai suoi uomini che lo hanno guidato al raggiungimento dell’agognata permanenza i n serie A. 7 vittorie e 7 sconfitte: questo il bilancio della gestione Di Carlo fino ad ora, in piena sintonia con la tabella salvezza.

Attualmente la squadra del Capo è al tredicesimo posto con 20 punti.

Il risultato acquisito ha portato la società cara al presidente di Sindoni, a rinnovare il contratto fino al 30 giugno 2018 all’attuale allenatore.

Un grande contributo per la conquista dell’’obiettivo salvezza è stato dato dal colpo di mercato messo a segno a fine gennaio dal team manager Saja. Stiamo parlando della guardia americana Ryan Boatrigh che ha impiegato pochissimo tempo ad ambientarsi con la nuova realtà siciliana e a suon di punti e grandi giocate, si è innalzato ad autentico trascinatore del team bianco blu.

La guardia 24enne di Illinois può vantare, sino ad ora, uno scorer di tutto rispetto. Costretto ai box per alcune settimane a causa di una lesione di primo grado al muscolo dell’adduttore della gamba sinistra per cui è in dubbio la sua presenza ad Avellino, in 10 partite disputate, Boatright ha una media di 20.3 punti a partita e 2.6 assist. Cifre da capogiro per un atleta giovane alla sua prima esperienza in Italia.

La Betaland in Irpinia vorrà onorare fino in fondo il suo prodigioso campionato, la Sidigas, invece, vorrà chiudere matematicamente i giochi relativi al terzo posto della graduatoria ed è per questo che lo spettacolo sarà sicuramente garantito.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.