Basket, Sacripanti dispiaciuto: “Stagione incredibile, grazie a tutti. Ci sono tutte le basi per ripartire al meglio”

Basket, Sacripanti dispiaciuto: “Stagione incredibile, grazie a tutti. Ci sono tutte le basi per ripartire al meglio”

30 maggio 2016

La Sidigas Avellino non riesce nell’impresa. In finale scudetto va Reggio Emilia che s’impone in gara 7 con il punteggio di 85-80.

Termina qui la favolosa stagione di Avellino che resta comunque memorabile nonostante non è stato portato a casa alcun trofeo.

Così coach Stefano Sacripanti nel dopo gara del Pala Bigi: “Faccio i miei complimenti a Reggio Emilia che si è guadagnata la finale. Non riesco ad essere molto lucido, ho troppi rimpianti e soprattutto nella testa quei canestri fenomenali di Aradori e Kaukenas che hanno fermato il -4. Si chiude una stagione gloriosa, abbiamo raggiunto traguardi importanti, 13 vittorie di fila in campionato, abbiamo giocato la finale di coppa italia e sfiorata la finalissima per lo scudetto. Ringrazio tutti: società, tifosi che sono stati molto calorosi e che ci hanno sempre sostenuto nei momenti difficili. Siamo partiti con 1000 persone sugli spalti ora non si trovano più biglietti, questa è la vittoria più grande”

Sul match: “Abbiamo giocato male nei primi due quarti, la nostra difesa non ha inciso come le altre volte. Abbiamo chiuso sotto all’intervallo e dopo non siamo riusciti a riacciuffare Reggio Emilia. Ho cercato di mettere in campo nuovi espedienti tattici ma ogni episodio ha girato a nostro sfavore e questo risulta decisivo in un match in cui alla fine perdi di soli 5 punti”

Sul futuro: “Da domani bisogna essere più razionali. Abbiamo costruito tutti insieme un gruppo solido e compatto che si è sempre battuto con grande cuore e dedizione. Mi piacerebbe ripartire con qualche conferma, ma domani è un altro giorno”