Basket Femminile – Castellammare contro pronostico: suo il 1° round

19 aprile 2009

Lo strano legame tra scaramanzia e sport scrive un altro capitolo. Si ferma a 17 la striscia vincente del Minibasket Battipaglia. La formazione di coach Milano, a cinque mesi di distanza – era il 22 novembre – si ferma nuovamente sul parquet stabiese che resta fortino inespugnabile in questa stagione. Davanti ad oltre 400 spettatori, tra cui il sindaco del centro partenopeo Salvatore Vozza, le stabiesi hanno avuto il merito di non lasciar scappar via le avversarie. La difesa e la migliore condizione fisica delle padrone di casa hanno permesso il sorpasso nelle fasi calde del match. Le ospiti hanno pagato le condizioni fisiche precarie di Valentina Maggi. Debilitata dalla gastroenterite che l’ha colpita in settimana, la guardia argentina ha retto solo un quarto. Non ha fatto meglio Claudia Dominguez, uscita malconcia al termine dell’incontro con un caviglia gonfia che desta serie preoccupazioni per gara-2. “Le vicissitudini di Maggi ci hanno condizionato, ma mi aspettavo di più dalle altre – commenta coach Claudio MilanoLe argentine sono rimaste al di sotto dei loro standard e non abbiamo avuto il giusto supporto da Di Deo, Guadagno e Chierchia. Va dato merito alle nostre avversarie, in grande spolvero dal punto di vista atletico. Abbiamo subìto la loro veemenza non adeguandoci al metro arbitrale. Nel primo tempo potevano scavare il solco decisivo, abbiamo fatto in modo di tenerle dietro per non farle gasare, ma alla fine i troppi errori in attacco sono stati determinanti”. Dopo il break iniziale di 5-0 le padrone di casa sono state a lungo in svantaggio seppur con distacchi minimi. Nel terzo quarto il sorpasso. La scarsa abitudine a fronteggiare situazioni sfavorevoli e le difficoltà nel trovare il giusto grimaldello per aprire la scatola difensiva stabiese hanno accresciuto il nervosismo delle ragazze di coach Milano. Sul 53-43, Iozzino ha fallito tre contropiedi che potevano chiudere la contesa. Il ritorno di Battipaglia sul 55-52 si è arenato sulla susseguente tripla di Oliviero (19 punti e top-scorer dell’incontro) che ha permesso una gestione ottimale delle battute conclusive, in cui il ricorso al fallo sistematico delle ospiti non ha limato il distacco. Festa grande in casa stabiese per aver ribaltato qualsiasi pronostico L’entusiasmo della palestra del Liceo Severi è stata contagiosa. La coreografia dei “Kocca fans” ha coinvolto tutti come ci conferma il presidente Gaetano Manco: “E’ stata una grande serata. Una vittoria frutto dell’abnegazione di giocatrici, tecnico e pubblico. Una vittoria del gruppo. Se Ayroldi è stata la sorvegliata speciale, siamo stati bravi a procurarci altre opportunità. Abbiamo raggiunto il primo obiettivo, quello di allungare la serie quanto meno a gara-3. Ora la pressione è tutta sulle spalle delle nostre avversarie”. Gara-2 si preannuncia già incandescente. Come detto, preoccupano le condizioni di Claudia Dominguez ma coach Milano non dispera: “Abbiamo tutte le potenzialità per sopperire a questa eventuale defezione. Mercoledì valuteremo le condizioni delle nostre straniere. Spero di riavere quanto meno Valentina (Maggi – ndr) al 100% della condizione. Nulla è perduto, anzi questo è il momento di mostrare il nostro valore”. Sulla sponda opposta si sono aperti scenari rosei e per incrementare le possibilità di vittoria potrebbe aggiungersi qualche lieto cadeau della consorella Kocca Napoli: “E’ stato un weekend fortunato con il successo della formazione di coach Massaro a Pomezia in gara-1 dei play-off di A2. Valuteremo in settimana se inserire una delle ragazze in doppio tesseramento per gara-2 conclude il massimo dirigente stabiese. (di Massimo Roca)

-KOCCA STABIA – MINIBASKET BATTIPAGLIA: 63-56

Castellammare: Iozzino 7, Di Capua 6, De Rosa 2, Ayroldi 8, Carotenuto 12, Oliviero 19, Di Concilio 9, Passaro n.e., Vanacore, Somma n.e. Coach: Paolo Falbo

Battipaglia: Guadagno 5, Otranto, Di Deo 3, Magliano, Corvo 2, Cuoco n.e., Maggi 16, Dominguez 15, Cupelli 3, Chierchia 12. Coach: Claudio Milano

Parziali: (13-16); (29-32); (46-40)
Arbitri: Malgieri e Bisesto di Telese Terme (BN)
Spettatori: 400 circa