Ballottaggio Ariano, Scelta Civica si chiama fuori

3 giugno 2014

Ariano I. – E’ attesa per il ballottaggio che ad Ariano vedrà di fronte Gambacorta e Caso in corsa per lo scranno più alto di Palazzo di Città. Per quanto riguarda gli apparentamenti al secondo turno, solo la lista Pd-Psi ha ufficialmente dichiarato il proprio appoggio alla componente che fa capo al sindacalista della Uil. Fuori le altre liste. Anche in questo turno elettorale i componenti di Scelta Civica tra cui Cirillo, Leone, Pratola hanno dichiarano di non partecipare alla competizione e di non sostenere nessuno dei due candidati. Così in una nota: “Analizzando i risultati elettorali del 1° turno si verifica che: l’astensione, le schede bianche, le schede nulle e le schede contestate sono pari al 29,36% e sul restante 70,64% il candidato sindaco Ciasullo ha ottenuto il 7,318%, il candidato sindaco La Vita ha ottenuto il 12,644%, il candidato sindaco Santosuosso ha ottenuto il 6,823%, il candidato sindaco Gambacorta ha ottenuto il 25,056%, il candidato sindaco Caso+Riccio hanno ottenuto il 18,790%. E’ sconfitta in partenza. Non danno indicazione di voto i candidati sindaci del 1° turno ovvero il 26,785% non esprimono voto valido il 29,36% pertanto all’elezione del sindaco di ariano è interessato un corpo elettorale del 43,846% che dovrà dividersi tra i due candidati sindaco impegnati nel ballottaggio. Si confermano le divisioni e lo sgretolamento che, si teme, finiranno per acuirsi ancor più il giorno immediatamente successivo alle elezioni e chiunque sarà il vincitore si troverà ad amministrare in un clima di ostilità che non può fare, certamente, bene alla Città che amiamo. I componenti di Scelta Civica hanno fatto bene a chiamarsi FUORI, fin dall’inizio, da uno scontro non basato su ideali politici o idee programmatiche, e a non rendersi complice della frantumazione politico-culturale, ancora in atto, che mina la convivenza civile nella nostra Città”.