Baiano – Polizze false, nei guai anche tre assicuratori

30 giugno 2005

Baiano – Erano riusciti a mettere in piedi una vera e propria organizzazione specializzata nelle truffe automobilistiche. Un’attività illecita che ha fruttato ma i Carabinieri della Compagnia di Baiano, dopo due mesi circa di indagini, li hanno scoperti ed hanno portato alla luce la verità dei fatti. Implicati nella truffa sono sette persone, residenti nei comuni di Baiano, Avella e Mugnano del Cardinale, delle quali tre sono impiegati presso due Agenzie Assicurative, una a Baiano e l’altra ad Avella, e di quattro clienti. La banda è riuscita, secondo gli inquirenti, ad incassare un giusto profitto grazie alla falsificazione di un ingente quantitativo di polizze assicurative e all’ottenimento del risarcimento dei danni per incidenti stradale che, in realtà, non si sono mai verificati. A conclusioni delle indagini, le sette persone sono state denunciate a piede libero all’Autorità Giudiziaria competente. Sul loro capo pende l’accusa di truffa in concorso. Un’operazione, quella degli uomini della Benemerita di Baiano, scattata a seguito dell’accertamento, in più controlli e specifici servizi, dell’esistenza di numerosi automezzi che all’alt dei Carabinieri sono risultati essere muniti di tagliandi assicurativi falsi. In merito, proprio ieri a Baiano, a seguito di controlli e perquisizioni, gli uomini del Tenente Massimo Buonamico hanno denunciato in stato di libertà quattro automobilisti per falso e ricettazione: sui parabrezza dei loro veicoli erano esposte assicurazioni contraffatte. I mezzi, ovviamente, sono stati sequestrati.