Baiano – Lieto in campo con i Verdi lancia stoccate agli ex del Pdci

7 marzo 2006

Baiano – Stefano Lieto al fianco di Gianluca Festa nella sfida elettorale di aprile. Un’adesione ai Verdi di Pecoraro Scanio che arriva non senza qualche polemica e relativa puntualizzazione. Destinatari gli ex compagni comunisti ‘distratti’, a sentire Lieto, da una politica troppo concentrata sull’Alta Irpinia e “privi di quella spinta propulsiva che ha generato il Pdci”. Una considerazione che ha portato l’assessore della Giunta Cavaccini a rompere con il Partito dei Comunisti Italiani e ad aderire al Sole che Ride. Poca sinergia di intenti nel primo caso. Condivisione di idee e programmi nel secondo. Sotto accusa il gruppo dirigente provinciale: “Troppo impegnato a curare gli interessi dell’Alta Irpinia trascurando le altre aree del tessuto provinciale – tuona l’assessore Lieto – Non c’è stata collaborazione tra vertici e periferia sulle questioni importanti”. Un supporto mancato che ha accentuato ancora di più il solco tra dirigenza e governi locali. “Nelle scelte di carattere politico credo sia necessario il confronto tra amministratore e partito – continua – Tassello fondamentale ai fini di un’azione programmatica e istituzionale ma che nel nostro caso è mancato”. In casa Verdi la questione cambia: “Con il Segretario Provinciale Gianluca Festa abbiamo da diverso tempo intrapreso un discorso che ci ha visti concordi su una serie di posizioni. Prima fra tutte la questione ambiente notoriamente al centro delle reclame elettorali ma nei fatti sempre relegata tra le ‘cose da fare’ ”. Tra le mura di Palazzo di Città, maggioranza e opposizione sembrano aver raggiunto un’intesa storica. “Nessuna frizione – assicura l’assessore baianese – se non per questioni di normale amministrazione. Con il sindaco Cavaccini stiamo procedendo speditamente all’approvazione di una serie di progetti e alla realizzazione degli stessi”. E sull’emergenza rifiuti precisa con soddisfazione: “Non ce ne siamo accorti”. (mari.mo)