Baiano – Arriva l’arcobaleno della pace

11 marzo 2006

Baiano – È arrivata alla sua V edizione la Festa della Pace promossa dal comitato per la pace del mondo. Dal 25 aprile fino al 2 maggio, il comune di Baiano aprirà le porte ai colori dell’arcobaleno, quelli che da sempre contraddistinguono la pacificazione. Tra le varie iniziative da etinere, la testimonianza di cittadini di comunità diverse presenti sul territorio baianese: polacchi, ucraini e bulgari. Rappresentanti di etnie differenti dalla cultura italiana, i gruppi provenienti dai confini nazionali proporranno assaggi delle proprie connotazioni intellettuali attraverso danze, canzoni e cucina popolare. Un modo divertente per avvicinare comunità disuguali ma unite in nome della pace e della solidarietà. Abbandonare i pregiudizi e attivare una politica sinergica e di collaborazione. È con questo spirito che la V edizione della Festa della Pace apre le proprie porte anche alle minoranze residenti non solo nel Vallo di Lauro. Il comitato, che consta di venti soci, si è avvalso anche del fondamentale contributo del parroco di Baiano, Don Fiorelmo Cennamo che in occasione della giornata di inaugurazione, officerà una Santa Messa in onore dei valori della pace e dei principi basilari che animano le società cristiane. Saranno sei le amministrazioni comunali coinvolte nel progetto. In prima linea il comune di Sperone, da sempre attivo anche su scala regionale per portare in alto gli ideali della pace e della solidarietà tra le genti.