Bagnoli Irpino – Di Mauro: “Tra mille difficoltà continua l’impegno”

26 dicembre 2005

Bagnoli Irpino – Continua l’opera di sensibilizzazione portata avanti dal primo cittadino di Bagnoli Irpino, Antonio Di Mauro, contro le stragi della notte. Un intervento nobile ed accorato che mira in particolare alla raccolta di firme per la chiusura dei locali a mezzanotte in estate e alle due in inverno; al rispetto del limite di velocità, all’applicazione di interventi sull’Ofantina killer, e, soprattutto, alla partecipazione di enti, associazioni e istituzioni ad un progetto comune di prevenzione e tutela dei più giovani. Dopo l’iniziativa intrapresa con la delibera comunale indirizzata a tutte le forze parlamentari e il convegno ‘Spegnere la notte’, l’appello di Di Mauro approda in Prefettura, per chiedere l’individuazione di un percorso alternativo per il transito dei camion nel tratto Parolise-Avellino. Mentre per il Montella-Lioni è stato chiesto all’Anas di riportare i limiti di velocità a soglie ‘credibili’, con tanto di rilevazione di autovelox. “Negli ultimi tempi – dichiara il primo cittadino di Bagnoli – abbiamo riscontrato adesioni importanti, come quelle di numerosi consiglieri regionali e istituzioni sovracomunali. E il nostro impegno proseguirà anche a Natale”. Tra gli ultimi traguardi, i contatti presi con il presidente dell’associazione ‘Vittime della strada’, a cui è stato chiesto di aderire come Comune per portare avanti insieme le istanze dei cittadini. Ma tanto lavoro a fronte di non poche difficoltà: “Non abbiamo i mezzi necessari per divulgare al meglio i nostri appelli – conclude il sindaco Di Mauro – Sto mettendo a disposizione tutte le mie conoscenze anche se il mio impegno di primo cittadino mi porta a lavorare su tanti altri fronti a cui dedico gran parte del mio tempo”. Insomma, un appello alla solidarietà e alla sinergia di tutti per non ‘spegnere’ mai più la notte dei giovani. (a.m.)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.