Avellino/Oggi in Prefettura la consegna di 21 diplomi di onorificenza: Ippolito Grande Ufficiale al Merito

11 aprile 2005

Avellino – Ultimi preparativi per la grande cerimonia della consegna delle onorificenza dell’Ordine “al Merito della Repubblica Italiana”. Questa mattina, a Palazzo di Governo saranno insigniti con decreto del Presidente della Repubblica a Grande Ufficiale il Prefetto di Avellino Costantino Ippolito e a Cavaliere il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi, il Tenente Sabato D’Amico.
“Emozionato con un pizzico di soddisfazione e di meraviglia – si definisce il Prefetto Ippolito, a poche ore dalla consegna dell’insigna a Grande Ufficiale al ‘Merito della Repubblica Italiana -. Mi sono sempre emozionato quando ho consegnato onorificenze ai miei concittadini ma domani (ndr, per chi legge oggi) toccherà a me e sicuramente la mia vita e la mia carriera si arricchiranno”. Irpino doc, come ama definirsi, è il Prefetto di Avellino in carica: Costantino Ippolito è nato il 17 gennaio ’40 a Cervinara, coniugato e padre di due figli. E’ entrato nell’Amministrazione dell’Interno il 3 giugno 1969 con primo incarico a Macerata. E’ tornato nella sua terra nativa nel 1981 dove ha ricoperto, nel periodo del post terremoto in Irpinia, la mansione di Capo di Gabinetto. E’ stato Commissario Straordinario per circa 3 anni presso il comune di Quindici a seguito della destituzione del Sindaco da parte del Capo dello Stato per poi essere trasferito alla Prefettura di Ferrara, dove ha svolto per circa 3 anni le funzioni di Vice Prefetto Vicario e ritornare al Palazzo di Governo del capoluogo irpino per svolgere le funzioni di Vice Prefetto Vicario. Tra i suoi incarichi anche quello di Commissario Prefettizio e Straordinario presso il comune di Atripalda, la nomina a Commissario Straordinario per la provincia di Avellino per la soluzione del problema della raccolta dei rifiuti solidi urbani, in stretta collaborazione con il Prefetto di Napoli. Dopo diverse esperienze in più Prefetture italiane, il 30 dicembre 2003 Costantino Ippolito è stato nominato Prefetto di Avellino. Tra i nomi di “spicco” che saranno insigniti anche quello del Tenente Sabato D’Amico, salernitano di nascita, attualmente Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi: un giovane Ufficiale che ha da sempre profuso la sua vita professionale contro il crimine. Tra le tante operazione concluse brillantemente ricordiamo quella denominata “O’ latitante”. In manette cinque pusher ed il fornitore di marijuana e cocaina dell’Alta Irpinia con il conseguente smantellamento dell’asse criminoso Nola-Lioni che riusciva ad immettere sul mercato la droga con un confezionamento originalissimo: la droga, infatti, veniva riposta all’interno di tovaglioli di carta o in pacchetti di sigarette e la vendita si concentrava prevalentemente davanti a luoghi di maggiore aggregazione giovanile, bar e sale giochi, e davanti agli Istituti scolastici di Lioni, Morra e Sant’Angelo dei Lombardi.
Ventuno, in tutto, le onorificenze che saranno consegnate dal Prefetto Ippolito alle ore 11 presso il salone di rappresentanza: per il comune di Avellino insigniti a Cavaliere sono Antonio Borriello, Francesco De Angelis, Giovanni Della Sala, il dottor Maurizio Galasso, Pasquale Genovese e Giuseppe Lombardi, per il comune di Aiello del Sabato Rocco Sasso, per Atripalda Tommaso Giardina, per Bisaccia l’avvocato Consolino Ariniello, per Gesualdo il professore Salvatore Famiglietti, per Mercogliano Edoardo De Franco, per Monteforte Irpino il dottor Angelo Amodeo, per Montemarano Gerardino Monti, per Montoro Inferiore Giovanni Russo. Ed ancora Cavaliere Alfonso Cavaiuolo e la dottoressa Anna Raviele per il comune di San Martino Valle Caudina, Cadornino Cirino e Maria Rosaria Della Rocca per Serino, Sergio Martino per il comune di Sperone e Giuseppe Quercitelli. (Emiliana Bolino)