Avellino – Ugl: braccia incrociate per otto ore

7 giugno 2005

La segreteria provinciale della Ugl metalmeccanici di Avellino, in riferimento allo sciopero generale della categoria previsto per il 10 giugno, ha deciso di aumentare il numero di ore di astensione da quattro ad otto al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sullo stato di crisi che attanaglia il settore nell’ambito della nostra provincia. “Ci sembra alquanto strano – si legge nel comunicato – che le altre organizzazioni sindacali vadano a protestare sotto la ‘casa del padrone’ solo ed esclusivamente per l’aumento salariale dimenticandosi che sarebbe stato il caso di allargare la protesta. Sarebbe stato meglio, infatti, protestare, sotto la sede della Provincia, per un duplice obiettivo: contrattuale e locale. Chiediamo dunque a tutte le organizzazioni sindacali di categoria di richiedere per il prossimo venerdì un incontro alla presidente Alberta De Simone. La Ugl inoltre invita tutti i lavoratori ad aderire allo sciopero di venerdì allo scopo di sensibilizzare tutte le cariche istituzionali della provincia verso una problematica comune”.