Avellino, il Trastevere si avvicina: possibile una nuova coppia d’attacco

Avellino, il Trastevere si avvicina: possibile una nuova coppia d’attacco

29 novembre 2018

di Claudio De Vito – Un’altra giornata di allenamenti è finita in archivio per l’Avellino che ha aggiunto un altro tassello alla preparazione della sfida ad alta quota con il Trastevere. La chance è di quelle ghiotte perché il sorpasso, complice la gara in meno della capolista (il match con l’Anagni sarà recuperato il 30 dicembre al pari di Vis Artena-Atletico), è a portata di mano considerando l’impegno davanti al pubblico amico annunciato più numeroso del solito.

Balzare nuovamente in vetta, anche a pari punti con il Sassari Latte Dolce alle prese con il Castiadas, significherebbe lanciare un segnale alle dirette concorrenti. L’Avellino ha dimostrato di essere tornato sul pezzo con i due acuti di fila, ma adesso, in una fase di maturazione verso il giro di boa, ha l’occasione per dimostrare una volta per tutte di essere all’altezza del primato.

Squadra in campo nel pomeriggio per l’ultima seduta a porte aperte della settimana. Da domani infatti, come da nuovo programma allenamenti stilato la settimana scorsa, Archimede Graziani blinderà i suoi per nascondere le mosse anti-Trastevere. Intanto oggi il tecnico di Carrara ha continuato a lavorare sul 4-4-2 che ha risollevato le sorti dei lupi da 180 minuti a questa parte.

Santiago Morero non ha forzato per gestire il problema alla schiena, ma sarà ugualmente della partita. Influenza invece per Alessandro De Vena (anche per Eleoenai Tompte) che, attacco febbrile a parte, deve convivere con i problemi al tendine. Ecco allora che il suo allenatore potrebbe concedergli un po’ di riposo almeno dall’inizio lanciando Ferdinando Sforzini e Nicola Ciotola in un tandem d’attacco dal notevole peso specifico in termini di esperienza e qualità.

In porta, aspettando l’intervento sul mercato in ottica under, Ettore Lagomarsini sarà chiamato a far dimenticare l’erroraccio del finale di gara con l’Ostiamare. Davanti a lui si rivedranno Filippo Capitanio al centro e Rocco Patrignani, che ha risolto i guai muscolari, sulla destra scalzando Andrea Nocerino destinato a rientrare al Taranto che ne detiene il cartellino. Invariata invece la linea dei centrocampisti con Alessio Tribuzzi e Tommaso Carbonelli pronti a sfrecciare sugli esterni.

In mezzo Alessandro Di Paolantonio scalpita ma la coppia sarà ancora formata da Kelvin Matute e Matteo Gerbaudo. Per l’ex Ternana, Teramo e Viterbese però ci sarà spazio in corso d’opera. Difficile invece il recupero di Francesco Buono, ancora part-time per via dei guai alla caviglia. In disparte con la valigia in mano sia Vladimir Mikhaylovskiy che Michael Ventre che non dovrebbero rientrare tra i convocati.