Avellino, test in famiglia: Novellino e quel precedente al Country Sport

Avellino, test in famiglia: Novellino e quel precedente al Country Sport

22 marzo 2018

Claudio De Vito – Walter Novellino il Country Sport lo conosce bene e questo pomeriggio ci tornerà per vedere i suoi uomini all’opera in un test in famiglia. L’Avellino trasloca per preservare il sintetico del Partenio-Lombardi martellato dalla pioggia dell’ultimo periodo e lo fa all’insegna di una curiosa amarcord del suo allenatore legata alla cittadella sportiva di località Picarelli.

Era il 18 agosto 2006 infatti quando Walter Novellino con la sua Sampdoria scelse il sintetico del Country Sport per sostenere la rifinitura in vista del primo turno di Coppa Italia sul campo del Benevento. La partita, disputata il giorno successivo, premiò i blucerchiati allora in Serie A con i vari Fabio Quagliarella, Francesco Flachi, Angelo Palombo e Christian Maggio tra i nomi di spicco di quella annata. Durante quella sgambata irpina pre-partita, l’allora tecnico della Samp ricevette anche la visita di una delegazione montemaranese. Un modo per sentirsi a casa.

Dodici anni dopo, Walter Novellino ci torna da allenatore di un Avellino affamato di punti salvezza con la Pro Vercelli nel mirino. Dopo la palestra forzata di ieri, lupi di nuovo in campo alle 15 probabilmente per le prove di 3-5-2, dispositivo tattico speculare a quello degli avversari di domenica. Non saranno del test Soufiane Bidaoui e Riccardo Marchizza, quest’ultimo al rientro domani e arruolabile per la trasferta in Piemonte dove rimarrà per il secondo impegno con l’Italia Under 20 contro la Svizzera ad Alessandria.

Ionut Radu e Federico Moretti continueranno a seguire le rispettive tabelle di recupero. Da verificare le condizioni di Angelo D’Angelo che in questa settimana non si è ancora allenato per via dei problemi al polpaccio. Ci sarà invece Leonardo Morosini che scalpita e strapperà la prima convocazione a quasi sette mesi dall’infortunio contro l’Empoli del 30 settembre. In avanti al “Silvio Piola” però scatterà l’ora di Luigi Castaldo e Matteo Ardemagni.