Avellino, test Covid “bocciati” dalla Regione e non solo

Avellino, test Covid “bocciati” dalla Regione e non solo

3 aprile 2020

di Andrea Fantucchio – Test rapidi, diffida celere. La rischia il Comune di Avellino da parte dell’azienda Alpha Pharma, leader di settore, che ha prodotto il  VivaDiag Covid-19 Igm/igc. Proprio il tipo di esame pre-diagnostico citato nelle linee guida approvate dall’amministrazione comunale al completo con una delibera di fine marzo.

I prodotti arrivati ad Avellino sono differenti da quelli prodotti dall’azienda pugliese. Lo ha chiarito, successivamente, proprio Alpha Pharma in una nota ufficiale in cui ribadisce di non aver inviato i suoi test nel comune irpino.

Inoltre c’è anche una comunicazione della Regione Campania che boccia l’operato del sindaco. Un documento nel quale si specifica che la prima somministrazione degli esami pre-diagnostici va effettuata in strutture pubbliche e non private come avvenute questa mattina.
Un polverone che ha innescato proteste e una comunicazione al Prefetto da parte delle opposizioni. Il sindaco Festa, però, come annunciato in una delle sue dirette facebook, va avanti per la sua strada. E ribadisce la sua fiducia nell’efficacia dei test rapidi.