Avellino /Tentata truffa ad anziana: “diffidate dai falsi impiegati”

27 maggio 2005

Avellino/ Tentata truffa ai danni di un’anziana nella sua abitazione in Via Tagliamento ad opera di due falsi impiegati dell’Alto Calore. In merito, la Questura ringrazia la cittadinanza avellinese “…per la collaborazione instaurata con la Polizia di Stato e per la crescente fiducia riposta nelle Forze dell’Ordine evidenziando, sempre più, l’importanza che essa rappresenta per contrastare maggiormente i fenomeni delle truffe in danni di anziani”. Nel pomeriggio di giovedì, la Volante è intervenuta in una casa di Via Tagliamento a seguito di segnalazione di una tentata truffa. Due uomini, infatti, si sono presentati all’anziana qualificandosi per impiegati dell’Alto Calore: hanno asserito di essere stati inviati dall’Ente di Corso Europa per notificare delle quietanze di pagamento. Mentre la signora cercava di capire quanto comunicatole, uno dei due malfattori ha tentato di intrufolarsi nelle stanze attigue per impossessarsi del denaro. L’anziana, però, accortasi dell’intenzione dei due ladruncoli, ha minacciato di chiamare il “113” se non avessero lasciato la casa. I malfattori, messi alle strette, hanno desistito e si sono dati alla fuga. Una truffa sventata, dunque, grazie alla prontezza della vittima ma, visti gli analoghi episodi sempre in danno agli anziani, la Questura ribadisce ancora una volta di diffidare sempre di quanti, proponendosi nei modi più svariati o asserendo di appartenere ad Enti pubblici o ditte private, tentano di porre in atto truffe in danno di persone sole ed anziane e ad avvertire immediatamente le Forze dell’Ordine.