Avellino, Serie B a rischio: esplode la contestazione

Avellino, Serie B a rischio: esplode la contestazione

21 luglio 2018

La contestazione è iniziata. Dura ma civile come nei canoni tradizionali della Curva Sud Avellino. Ieri a Frosinone i cori contro Walter Taccone e società, oggi i primi striscioni del tifo organizzato che ha inteso manifestare il suo dissenso in maniera più incisiva.

Uno striscione è apparso sulla recinzione della Tribuna Montevergine all’esterno del Partenio-Lombardi, altri saranno esposti in città e provincia per una protesta generale nei confronti del patron biancoverde. “Taccone vattene” è il leit motiv della contestazione destinata a progredire nei decibel e nell’intensità nelle prossime ore.

La tifoseria abbraccia i calciatori e scarica la società: questo il quadro del momento nei rapporti con la piazza. Ad Ariano Irpino oltre un centinaio di tifosi hanno assistito alla seduta pomeridiana incoraggiando D’Angelo e compagni. Tra loro gli ultras del gruppo A399 sempre presenti sul territorio durante questo il ritiro sul Tricolle.