Avellino – Sequestrato il call-center dei pakistani

11 marzo 2006

Avellino – A distanza di circa un mese il Tribunale di Avellino ha disposto la chiusura del call-center di Via Serafino Soldi gestito da un pakistano. La decisione è scaturita in seguito alla mancanza di alcune autorizzazioni necessarie per consentire lo svolgimento dell’attività. Era il 17 febbraio scorso, ricordiamo, quando i Carabinieri del Nucleo Operativo di Avellino guidati dal Maggiore Francesco Merone e il Sismi effettuarono il blitz nel call-center. In quell’occasione venne denunciato un pakistano quale gestore del centro e suo cognato che venne tratto in arresto ma ora è in libertà.