Avellino – Scontro con la maggioranza, l’opposizione: “E’ dittatura”

25 luglio 2014

Avellino – Lo scontro registratosi stamane nel corso della conferenza dei capigruppo al Comune di Avellino è stata l’occasione per i consiglieri di opposizione Giancarlo Giordano, Dino Preziosi e Nino Montanile di fare chiarezza (in conferenza stampa) rispetto a quanto successo e di stigmatizzare, nuovamente, l’atteggiamento della maggioranza del primo cittadino avellinese Foti. Pomo della discordia il documento firmato dai 4 capigruppo di maggioranza (Grella, Matetich, Poppa e Iannaccone) e indirizzato al presidente dell’assise civica Livio Petitto con il quale, a detta dei componenti dell’opposizione, di fatto si sfiducia l’operato dello stesso Petitto e s’imbavaglia la minoranza. “Stamattina – ha spiegato Montanile – è stato presentato un documento nel quale si accusa il Presidente del Consiglio Petitto di un’interpretazione capziosa del regolamento. Abbiamo assistito ad uno show e alla presentazione di un documento che sa tanto di conseguenza politica. La sfiducia al Presidente va valutata ed argomentata in Consiglio. E se tiriamo in ballo i numeri, questa maggioranza non potrà mai raggiungere i ventidue voti che servono e tutto ciò identifica lo show di stamattina come inutile. L’amico di Scilipoti (Arturo Iannaccone, ndr) ha evidenziato come il solo Giancarlo Giordano ha l’immunità da parlamentare mentre gli altri consiglieri devono premunirsi in quanto non possono godere degli stessi benefici, una minaccia che chiude il cerchio di questa situazione”.

Così anche Giordano: “Reputo molto grave quello che è successo – ha detto – Non c’è misura né capacità politica. Mi aspettavo si arrivasse nella Conferenza dei Capigruppo con un clima sereno ed invece abbiamo assistito a questo attacco frontale di Iannaccone al Presidente del Consiglio; lo stesso lo ha accusato di essere fazioso, di fatto sfiduciandolo. Io non ho votato Petitto e, chiariamo, non lo voterei, ma a prescindere dal mio voto quello è un ruolo di garanzia all’interno del Consiglio. Mai vista una tale spregiudicatezza nel forzare l’interpretazione delle regole a favore della maggioranza. Così si rende manifesta quella che è una vera e propria dittatura della maggioranza”, ha concluso Giordano.

(di seguito le video interviste a Preziosi e Giordano)