Avellino – Sanità, agricoltura e aree interne: An avanza proposte

4 marzo 2006

Avellino – Alleanza Nazionale attende l’arrivo in Irpinia del suo leader di partito, Gianfranco Fini, e intanto tiene banco al centro sociale Samantha della Porta per presentare le sue proposte all’elettorato. Alla presenza della deputazione regionale -in particolare il capogruppo alla Regione, l’irpino Franco D’Ercole, i consiglieri regionali Mario Ascierto Della Ratta e Enzo Rivellini, componente della Commissione Sanità- sono state affrontate tematiche legate al mondo sanitario, all’agricoltura, al futuro delle aree interne e dell’Irpinia. “Votare il centrodestra per impedire al centrosinistra di proseguire con la marcia contro la riforma costituzionale, per combattere le bugie e le demonizzazioni antidemocratiche della sinistra”. E’ deciso e senza morbidezze l’intervento dell’onorevole Franco D’Ercole, che precisa: “Nel corso dell’incontro, abbiamo spiegato le ragioni per le quali avremo una candidata irpina in quarta posizione: per rompere l’egemonia per tanti anni appartenuta in Irpinia solo a De Mita e Mancino. Sarà un effetto positivo per la nostra provincia poter contare su una parlamentare donna di centrodestra”. Il riferimento è a Giulia Cosenza, l’irpina in lizza per Montecitorio in posizione eleggibile, insieme a Ettore De Conciliis, nona posizione, e ancora Giovanni D’Ercole, Attilio De Pietro, Rino Damiano De Stefano, Ines Frungillo e Achille Pascucci. Mentre in direzione Palazzo Madama, l’Irpinia è al numero otto con Modestino Iandoli, presidente provinciale di partito, e ancora nei nomi di Giuseppe Mastandrea, presidente del Consiglio comunale sul Tricolle e Umberto Cammino, consigliere provinciale. Iniziata con la rassegna sui temi dell’attività agricola, dell’apicoltura, della legge sui tartufi – nata a Bagnoli su iniziativa dell’onorevole D’Ercole, che verrà discussa nella prossima seduta, nel corso dell’incontro avellinese di ieri mattina è stata anche posta attenzione alla necessità di attrarre finanziamenti in loco. Altro nodo cruciale, la sanità: “Abbiamo intenzione – conclude D’Ercole – di contrastare i disastri di questo sistema di finanze regionali che hanno portato la sanità al collasso”. Temi importanti che anticipano già lo spirito dell’atteso incontro domenicano, in calendario il 12 marzo, con il presidente nazionale Fini. Toccherà infatti al Vicepremier, capolista alla Camera, tagliare il nastro inaugurale della campagna elettorale in Irpinia. (a.m.)