Avellino, chi ha rubato il Natale?

Avellino, chi ha rubato il Natale?

9 dicembre 2016

In Campania oltre ai derby calcistici e cestistici, le festività natalizie hanno riproposto un’altra atavica rivalità, quella politica tra la sinistra che tra i riferimenti locali vede il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e quella di governo e in doppiopetto, il cui leader incontrastato è il governatore Vincenzo De Luca.

Galeotto il finanziamento di 3 milioni di euro destinati dalla Regione alla città di Salerno per le cosiddette “Luci d’artista”, ovvero le luminarie natalizie elevate a simbolo del rinascimento della città granata proprio dall’allor sindaco De Luca.

Finanziamenti, quest’ultimi, che il capoluogo partenopeo, così come le altre città campane, non hanno affatto ricevuto.

E se l’abete illuminato, indiscusso simbolo del Natale, è svettato comunque nei centri dei restanti capoluoghi di provincia, Avellino purtroppo è stata da meno.

Ieri giorno dell’Immacolata, che da sempre rappresenta l’avvento delle festività natalizie, nonché data in cui ha preso il via “Avellino città Natale”, tra gli avellinesi hanno prevalso mugugni e malumori, specialmente sulla sponda commercianti, scontenti anche per la decisione del blocco veicolare, ordinanza che toccherà anche le domeniche seguenti.

Natale rubato?

Parrebbe di sì, vista l’assenza di mercatini, luci e musiche a tema.

Presenti lungo Corso Vittorio Emanuele le consuete “casette” che tuttavia sono rimaste chiuse.

La stessa iniziativa predisposta dall’Assessorato e dal Settore Cultura dell’ente di Piazza del Popolo non ha convinto, in quanto la programmazione è affidata ad associazioni cittadine.

Avellino avrà il suo albero di Natale?

Non uno, bensì tre: il primo a Piazza Libertà, un altro aspetterà i ragazzi del Pino Irpino alla fine del Corso e infine un terzo la cui collocazione è ancora da definire.

Le luci invece arriveranno entro mercoledì prossimo.

Come annunciato dall’assessore al commercio, Arturo Iannaccone.

Fondi? Risorse comunali e di privati, se quest’ultimi scenderanno in campo.

La buona notizia arriva tuttavia sul fronte concerto, che si svolgerà tra il 27 e il 28 dicembre come confermato dall’assessore alla cultura e alla promozione del territorio, Bruno Gambardella.