Avellino, oltre il rosso: il baby Pizzella rischia il Daspo

Avellino, oltre il rosso: il baby Pizzella rischia il Daspo

18 dicembre 2018

Antonio Pizzella rischia grosso oltre la semplice squalifica sul piano sportivo per l’espulsione del “Vanni Sanni”. La Digos di Sassari infatti sta indagando per chiarire l’accaduto dello spintone ai danni di un raccattapalle domenica nei minuti di recupero di Torres-Avellino sotto la curva di casa.

Per il giovane raccattapalle si è reso necessario addirittura il trasporto in ospedale per un colpo al torace, ma finora non è giunta alcuna querela nei confronti del portiere biancoverde che rischia il Daspo (divieto soltanto di assistere alle gare che potrà continuare a giocare). La Questura sassarese sta agendo sulla base delle immagini acquisite e del referto arbitrale con provvedimenti del giudice sportivo annessi.

L’Avellino ha già avuto modo di scusarsi pubblicamente – per bocca di Giovanni Bucaro – con i genitori del ragazzo per la condotta violenta del proprio portiere che sarà sanzionato dal club. Ma intanto l’estremo difensore classe 2001 rischia provvedimenti più seri da parte delle autorità.