Avellino – Rischio meningite, l’Adiconsum si rivolge a Ziccardi

20 settembre 2005

Avellino – Una forte preoccupazione quella espressa dall’Adiconsum Cisl per i ripetuti allarmi che si registrano nella nostra provincia in relazione all’accertamento dei casi di meningite. Una preoccupazione che si trasforma in una missiva che il segretario generale, Crescenzo Fabrizio, invia al direttore generale della Asl Roberto Ziccardi. “I casi recenti di Solofra evidenziano la necessità di rafforzare la politica di prevenzione nel territorio dell’Asl Av2 che non fornisce gratuitamente e obbligatoriamente il vaccino. Siamo quindi di fronte non solo ad una grave carenza dal punto di vista sanitario ma anche in presenza di una politica di risparmio che colpisce le fasce sociali più deboli e quelle famiglie costrette a fare i conti con situazioni economiche difficili. Il costo delle vaccinazioni, infatti, è di poco superiore ai 100 euro, una spesa che potrebbe scoraggiare dall’effettuare una profilassi che la stessa Asl non ritiene obbligatoria. Su questo terreno inoltre non si registrano interventi significativi da parte di strumenti che dovrebbero essere di supporto, come i Piani di Zona, quantomeno nel garantire la copertura dei costi per le famiglie a basso reddito”. Considerata, quindi, la preoccupazione crescente per i recenti episodi di meningite, l’Adiconsum Cisl si appella alla sensibilità di Ziccardi per rendere obbligatoria e gratuita la vaccinazione.