Avellino – Riparte Mas Fest: pronto il cast

13 maggio 2008

Avellino – La macchina organizzativa de MAS FEST 2008 è ormai a pieno regime.
Il 7 giugno è la data scelta quest’anno da Koinè Art Lab, l’associazione culturale produttrice dell’evento. La formula classica, che prevedeva due serate all’insegna della musica, si concentrerà in un unico appuntamento, così da poter assicurare al pubblico un’esperienza difficile da dimenticare.
Grazie a precise scelte stilistiche, Koinè Art Lab ha confezionato un cartellone di alto livello, che richiamerà in città giovani, ma non solo, da tutta la regione.
Dalle 15 alle 21 saranno le band locali a calcare il palco del MAS FEST. L’intero pomeriggio sarà quindi destinato ad una jam session autogestita cui potranno prendere parte tutti i musicisti della città.
Dalle 21 in poi, toccherà ai big, che daranno vita ad una staffetta musicale. Gli artisti che si alterneranno sul palco, nonostante differiscano tra loro per genere musicale, si ritrovano legati l’un l’altro dall’alto livello qualitativo della loro musica.
Nel 2005 fu scelta la parola “MAS” per denominare il festival. MAS come acronimo di Musica, Ambiente e Sociale – i temi portanti del progetto – ma anche nel significato che ha in spagnolo dove “mas” sta per “di più”.
“Abbiamo voluto incarnare – hanno spiegato gli organizzatori – le aspirazioni, i desideri e le domande di una generazione di giovani ad Avellino ed in Irpinia che, partecipando ai temi dell’ecologia e del sociale, guarda al futuro volendo partecipare, volendo “mas”, volendo più presenza, più consapevolezza, più impegno”.
MAS/Fest incarna l’altra gioventù, quella che non diventa protagonista di fatti negativi ma vive intensamente la vita dedicandosi all’ambiente, al volontariato all’arte ed alla musica.
Abbinare temi importanti alla musica – è questo il “marchio di fabbrica” di questo festival – è un modo semplice e concreto per coinvolgere attivamente la gioventù e la società cittadina su temi fondamentali per l’incremento della qualità della vita e per il progresso della città e della provincia.

Questi i nomi:

The Soulman (Avellino/Benevento): il quartetto campano proporrà il proprio repertorio funky-jazz; con il loro sound pulito e trascinante, trasporteranno gli ascoltatori in una sorta di trance emotiva e magica.

Ghemon Scienze (Avellino): Gianluca Picariello, noto rapper della scena italiana, è uno dei pochi musicisti avellinesi a poter affermare senza mentire di aver sbarcato il lunario. Riceve premi e complimenti a destra e a manca.

Thank You For The Drum Machine (Arezzo): I cinque ragazzi aretini soddisferanno sia la parte di pubblico orientata sulla musica indie che quella che parteggia per l’elettro. I loro show sono proverbiali e tra non molto si sentirà molto parlare di loro.

Enon (New York): Da 10 anni sulla scena mondiale, sarà un piacere ospitarli sul palco del MAS FEST. La band, che lavora per la famosissima etichetta “Touch and Go Records”, è formato da un trio che già dalla composizione promette – senza deludere – bene. I due americani e la giapponese si caratterizzano per irruenza e personalità: dopo Lou Reed, la storia torna ad Avellino!


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.