Avellino – Piazza Libertà e Comune: la satira dei cittadini

1 luglio 2005

Avellino – “Amministrazione bugiarda… ecco il collaudo!”. E’ la simpatica ‘sconfessione’ di alcuni cittadini che questa mattina hanno esibito un manifesto affisso alle ‘porte’ della ‘pericolante’ Piazza Libertà, in particolare all’ingresso del bagno pubblico. Da tempo recintato, il cuore della città attendeva le ormai famose prove di carico. Poi è stato il destino a creare i presupposti per l’azione. L’Avellino scala le vetta della B ed i tifosi biancoverdi riempiono l’“inagibile piazza”…
E collaudo fu.
I cittadini, apparentemente incuranti, quel fatidico 19 giugno, al cospetto di ciò che lampante appariva sotto i loro occhi, ci hanno evidentemente riflettuto. Ed il risultato è stato l’emblematico poster di una piazza gremita di tifosi, indicativo, soprattutto, di una certa ma negata ‘stabilità’. La domanda, dunque, all’alba di un nuovo giorno che vede la Piazza costantemente recintata, sorge spontanea: non è bastata quella prova di carico? Per i cittadini, a quanto pare, sì e non sembra esserci scusa che regga. Le precauzioni, la prevenzione, la sicurezza dei cittadini… tutte motivazioni che affievoliscono il loro significato di fronte ad una prova più che tangibile. Ed anche questa volta il mirino è puntato contro l’amministrazione cittadina, definita senza mezzi termini, e forse in maniera eccessiva, ‘bugiarda’. Ma non solo. Alle sferzate dei fantasiosi ignoti sono stati sottoposti anche i Vigili del Fuoco, colpiti da ironici complimenti per un collaudo indubbiamente meno efficace. Insomma, le ‘vittime’ sembrano subire l’analoga sorte della piazza. Ma… “se hanno resistito a questo, figuriamoci”. (Manuela Di Pietro)