Avellino – Piano provinciale per la gestione rifiuti, l’ok del Sindacato

22 giugno 2005

Avellino – Il Sindacato si dice soddisfatti per l’impostazione delle linee guida del piano provinciale per la gestione dei rifiuti. Una valutazione positiva in quanto viene posto in pole position la raccolta differenziata spinta “…con il conseguente obiettivo di creare e valorizzare, a valle del processo, iniziative imprenditoriali atte a creare sviluppo ed occupazione”. Per la Triplice si necessita una corretta politica di integrazione tra i due Consorzi, evitando sprechi e diseconomie. “Non secondario appare l’obiettivo di riprogrammare e rivedere ruoli e funzioni dell’Asa e, quindi, far si che l’iter procedurale del piano provinciale deve definirsi al più presto in quanto il 31 dicembre prossimo il Commissariamento potrebbe terminare e, di conseguenza, si necessita l’immediata approvazione della Legge Regionale al fine di non precipitare in una emergenza più grave delle pur dolorose passate esperienze”. Stabilita la coerenza con le norme nazionali, le priorità saranno: accelerare l’approvazione del disegno di legge regionale; approvare il piano provinciale; utilizzare con profitto i fondi Por misura 1.7 così come al punto 4.1 delle linee guida (completamento infrastrutture in relazione anche degli indirizzi regionali); attivazione di un complesso di provvedimenti atti a promuovere, incentivare il completamento della filiera con intraprese che utilizzino e valorizzino il prodotto a valle dell’intero ciclo; salvaguardia dei livelli occupazionali, valorizzazione e formazione delle risorse umane; adeguamento degli assetti societari e funzionali delle aziende operative; messa in sicurezza delle discariche di servizio e vigilanza sulla qualità del processo e del prodotto.