Avellino-Perugia 2-0, Foscarini cancella Novellino: “Ora viene il difficile”

Avellino-Perugia 2-0, Foscarini cancella Novellino: “Ora viene il difficile”

9 aprile 2018

Claudio Foscarini batte il cinque all’esordio. Il suo Avellino ha entusiasmato e ha ridato speranza ad un pubblico estasiato da giocate che non si vedevano al Partenio-Lombardi da tempo immemore. Con due punti di vantaggio sulla zona playout si può iniziare a ragionare con maggiore serenità e il neo tecnico biancoverde si gode la ribalta della prima vittoriosa.

“Speravo in un risultato positivo – ha spiegato Claudio Foscarini – è stata una prestazione vigorosa, tonica. Confidavo tanto nella componente psicologica, abbiamo giocato in maniera intelligente soprattutto a centrocampo leggendo bene le varie situazioni. Devo dire però che tutta la squadra ha giocato bene”. E’ l’effetto Foscarini sull’Avellino che rimuove definitivamente il passato di sofferenze targato Walter Novellino.

“L’approccio è stato determinante – ha sottolineato il Ferguson del Piave – volevamo partire rabbiosi. Dico sempre ai miei ragazzi che al di là del risultato dobbiamo uscire dal campo senza recriminare. Nessuno deve avere da ridire sulla nostra prestazione che stasera è stata davvero buona”. “Sia in fase offensiva che difensiva – ha aggiunto l’ex tecnico del Cittadella – i nostri attaccanti hanno avuto occasioni e sporcato la loro costruzione”.

Profilo basso, guai a cullarsi. “Eravamo troppo brutti per essere veri – ha confessato Claudio Foscarini – il difficile però viene adesso, non vorrei che i facili entusiasmi ci portino a fare un passo indietro, a Chiavari ci aspetta una partita determinante”.