Avellino, ora è di nuovo tutto nelle tue mani

Avellino, ora è di nuovo tutto nelle tue mani

12 maggio 2018

di Claudio De Vito – Dipendere da sé stessi. Un vantaggio non di poco conto che l’Avellino ha riacquisito grazie alla vittoria sullo Spezia abbinata al pareggio del Novara a Perugia. Sarebbe potuta andare addirittura meglio (lupi salvi anche con un punto negli ultimi novanta minuti) ma i piemontesi hanno strappato il pari in rimonta al “Curi” e l’Ascoli ha espugnato Pescara a sorpresa. Il sogno di salvarsi col minimo sforzo all’ultima curva è durato poco.

A Terni la squadra di Claudio Foscarini dovrà vincere ma almeno, rispetto a ieri, con tre punti in tasca contro l’avversario retrocesso oggi a Vercelli sarebbe salvo matematicamente senza dover dipendere dagli altri. Il pareggio al “Liberati” sarebbe utile ai fini della salvezza diretta soltanto se Novara e Ascoli non dovessero fare risultato rispettivamente contro Entella (ancora in corsa per i playout) e Brescia (non ancora al sicuro). Insomma soltanto un suicidio sportivo non consegnerebbe la permanenza in categoria ai può.

Dopo aver trascorso il sabato tra relax e gufate sugli avversari, l’Avellino tornerà in campo domani alle 15 per preparare la trasferta di Terni. Claudio Foscarini potrà contare nuovamente su Lorenzo Laverone, un rientro fondamentale alla luce del risentimento muscolare accusato in partita da Pierre Ngawa impiegato sulla fascia. Tentare un recupero-bis del jolly difensivo belga significherebbe esporlo ad un rischio concreto di lesioni muscolari. Si valuterà pertanto nel corso della prossima settimana, anche se Claudio Foscarini non ci metterà il pensiero.

L’allenatore trevigiano probabilmente non recupererà nessuno degli infortunati visto che Bryan Cabezas è sparito dai radar e i vari Carlo De Risio, Riccardo Marchizza, Simone Rizzato e Simone Pecorini finiranno la stagione in infermeria. L’obiettivo sarà far crescere la condizione dei vari elementi alle prese con acciacchi e noie muscolari nell’ultimo periodo, vale a dire Anton Kresic, Nicola Falasco, Armando Vajushi, Federico Moretti e Santiago Morero. Conforta inoltre il rientro part-time di capitan D’Angelo che a Terni potrà giocare dal 1′.