Avellino, anche il mercato è in salita: Luppi dice no

Avellino, anche il mercato è in salita: Luppi dice no

29 gennaio 2019

di Claudio De Vito – Il matrimonio tra Davide Luppi e l’Avellino ancora una volta non s’ha da fare. Proprio come nell’estate del 2016, quando il Pirata fu trattato dal club di Walter Taccone ricevendo anche allora picche. L’attaccante ha optato per una scelta di cuore, ovvero quella di tornare al Modena, rifiutando l’offerta comunque sostanziosa della Calcio Avellino.

Nulla da fare dunque per Giovanni Bucaro che non potrà riabbracciare il suo pupillo dai tempi del Manfredonia. Ma il tempo stringe (domani la deadline per svincolati nei pro, dopodiché ci sarà spazio solo per gli svincolati LND) e il direttore sportivo Carlo Musa proverà a portare a casa l’affare dell’ultimo minuto. E ciò perché vige un certo pessimismo sul caso Alfageme da discutere lunedì al Tribunale Federale Nazionale.

Dopo la batosta di Cassino, un altro duro colpo per l’Avellino che non riesce a trovare pace in campo e dietro la scrivania. Patron De Cesare ha scaricato la squadra, ma non ha inteso adottare alcun provvedimento nei confronti dei responsabili del momentaneo mancato tesseramento di Alfageme. E con il campionato che ha preso una brutta piega, non c’è nulla che possa placare la contestazione della piazza.