Avellino, Mauriello vuole vincere: “Il ripescaggio non ci interessa”

Avellino, Mauriello vuole vincere: “Il ripescaggio non ci interessa”

11 gennaio 2019

di Claudio De Vito – Il minimo che l’Avellino possa fare nell’annata della ripartenza per il calcio irpino è vincere il campionato di Serie D. Se dovesse andar male, ci sarebbe comunque la strada dell’ammissione alla categoria superiore grazie ai posti che dovrebbero liberarsi (ancora non pubblicati i criteri per il ripescaggio in Lega Pro) considerata la crisi di vari club in C.

Il pensiero però non piace a Claudio Mauriello, irritato dalla sola proiezione di dover conquistare il professionismo non sul campo. “Il ripescaggio non ci interessa – ha affermato a chiare lettere il massimo dirigente del sodalizio biancoverde – sin da subito ho manifestato la volontà di vincere il campionato da parte nostra. Voglio arrivare a fine stagione con la coscienza a posto, vincere divertendo i tifosi e dare soddisfazioni a questa terra”.

“Non ci sottraiamo agli impegni” ha garantito Mauriello che tra i tanti ne ha uno da affrontare nel breve periodo: la questione Partenio-Lombardi. “Con l’amministrazione è in piedi un dialogo non semplice perché subentriamo in una situazione complicata – ha rivelato – dobbiamo pagare un canone non oggetto di trattativa con la nostra società e tra l’altro sproporzionato rispetto alla struttura che ci ospita, per la quale investiamo soldi anche per mandarla avanti. Il dialogo è aperto e speriamo di chiudere tutto in tempi brevi”.