Avellino: l’unico capoluogo senza corsie preferenziali, la ‘denuncia’ di Alleanza Nazionale

3 maggio 2005

Avellino – La questione ‘viabilità’ continua a seminare dissensi tra le fila dell’opposizione di Palazzo di Città. E’ An che lancia un chiaro segnale di ‘insoddisfazione’, puntando i riflettori sull’assenza delle corsie preferenziali nel centro cittadino, mancanza che determina non pochi disagi ai mezzi. Ai passeggeri e alle automobili. “Ovviamente l’amministrazione troppo impegnata a redigere firme con Bassolino o a rincorrere questo o quell’alleato, non poteva preoccuparsi di un problema di così poca (per loro) importanza. Poi si è scoperto che l’Air, per bocca del suo direttore, ha rappresentato l’impossibilità di fornire bus ecologici se prima non si fosse provveduto alla creazione di corsie d’emergenza. E’ evidente il completo disinteresse di chi amministra la città per problemi tanto rilevanti quanto strategici per un futuro eco-sostenibile. L’assessore Pericolo affermava qualche tempo fa che si doveva aspettare la fine delle piogge per poter procedere alla segnaletica delle corsie preferenziali. Finita la stagione delle piogge, quando arriverà la stagione dell’interesse per le questioni di Avellino?… Mentre il centrosinistra si ‘scanna’ per un posto in qualche Cda, in città circolano ancora autobus ad alto impatto inquinante, con buona pace delle targhe alterne e delle domeniche ecologiche”.