Avellino – L’Ente Provincia adotta la vigilanza satellitare

30 giugno 2005

Per l’Ente Provincia si apre un nuovo orizzonte nel settore delle telecomunicazioni. Infatti, l’amministrazione di Palazzo Caracciolo è l’unica in Campania ad adottare la vigilanza satellitare su tutto il territorio irpino. Ad illustrare il progetto, oggi, presso la sede della Provincia, la Presidente Alberta De Simone. Presenti il direttore generale Mario Bianchino, l’asssessore alle Politiche Sociali Marcello Zecchino e l’assessore alle Politiche per l’occupazione Franco Lo Conte. “Lo scopo principale che ci ha portati all’elaborazione di questa iniziativa – spiega la Presidente De Simone – nasce da un solo fattore, quello di rendere la nostra realtà ultramoderna e al passo dei tempi. La nuova consulta in rete permetterà di avvicinarci, anche se solo virtualmente, ai 119 Comuni irpini e soddisfare ogni tipo di richiesta. Inoltre, sempre grazie a questa fitta rete telematica sarà possibile risolvere in tempi davvero celeri ogni tipo di sollecitazione che provenga dalle amministrazioni locali”. Ma la vera novità è il monitoraggio satellitare di tutta L’Irpinia. “Con questa metodologia – continua la De Simone – l’Ente Provincia si fa ‘vigilante’ di tutto il nostro territorio per rilevarne la incongruenze”. Facciamo qualche esempio. Il nuovo servizio darà libero accesso ad ogni angolo d’Irpinia. Dal satellite, infatti, sarà possibile controllare eventuali cave illegali, costruzioni abusive o addirittura l’utilizzo illecito dell’ambiente. Secondo il Direttore Generale della Provincia, Mario Bianchino, la comunicazione multimediale favorirà soprattutto il dialogo istituzionale. “E’ giusto che l’informazione tra Ente Provincia e le altre realtà politiche sia più fruibile e veloce. Si tratta di uno strumento di posizione diretta che non vuol essere un supervisore ma un tramite che colleghi in tempo reale tutta l’Irpinia”.