Avellino-Lavoro: nasce lo Statuto dei collaboratori targato Pennetta

31 Marzo 2006

Avellino – Un passaggio di grande civiltà e progresso: nasce un piccolo Statuto dei ‘collaboratori’. Un passo in avanti per tutti i lavoratori precari – 60 nella città di Avellino, 700mila in tutta Italia – a cui verrà estesa in parte la tutela dei regolari dipendenti pubblici. Maternità, malattia, ferie, assemblee sindacali: tante nuove voci che andranno a riempire il documento che finora non prevedeva per i precari alcun tipo di agevolazione. Un progetto, a volerla dire tutta, che lancerà la città di Avellino in vetta alla classifica di un Mezzogiorno che in materia ha compiuto forse pochi passi avanti. E la strategia pianificata dall’amministrazione comunale è stata illustrata questa mattina nell’ambito di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il sindaco Pino Galasso, l’assessore Donato Pennetta, i rappresentanti sindacali (Nazzaro, Mauro, Festa e Caso) i membri della Commissione Vecchione, Cucciniello e Trofa, a dimostrazione di un lavoro portato a termine grazie ad una insostituibile strategia di concertazione. “Questo progetto – ha spiegato Galasso – è emblema del riconoscimento dei diritti dei lavoratori, un rispetto verso le altrui prestazioni che non dovrebbe essere considerato una conquista ma dovrebbe rappresentare la normalità”. A dimostrazione di come l’amministrazione comunale “non sia da considerare controparte ma vera alleata”. E se il sindaco punta sulla conquista, Pennetta rilancia: “La Legge Biagi ha in parte risolto il problema dell’accesso al lavoro ma non quello della continuità. Noi oggi abbiamo intenzione di creare nei cittadini nuove consapevolezze e soprattutto nuove certezze”. La strategia è lineare: a partire dal 1 luglio, dunque, i collaboratori saranno trasferiti sui progetti, il contratto sarà unico così come analogo sarà il trattamento economico. A chiudere l’augurio di Galasso: “Abbiate fiducia in noi… che abbiamo bisogno del vostro lavoro”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<