Avellino – Irpinia Wine: cala il sipario su villa Sarno

18 giugno 2005

Avellino – Un week end nei giardini di villa Sarno, in compagnia dei maestri del food and wine irpino di grande qualità. Si conclude questa sera la due giorni enogastronomica Irpinia Wine, giunta quest’anno alla sua terza edizione, ideata da Go Wine, associazione nazionale di consumatori-turisti del vino, in collaborazione con il club Go Wine di Avellino, dietro coordinamento del socio promotore Teobaldo Acone, ambasciatore della Città del vino. Una manifestazione pensata per valorizzare uno dei posti più suggestivi della nostra città, la splendida tenuta della nota famiglia irpina, scenario ideale per sperimentare nuove modalità di assaggio e di promozione dei gioielli tipici locali. Tra i saloni e gli ingressi della splendida villa, ricche tavolate di delizie caserecce, composizioni seducenti di salumi, formaggi e pomodorini di casa, in uno scenario dove da cornice facevano i grandi vini della tradizione vitivinicola locale: ventidue aziende del settore, tutte nostrane, una presenza consistente e altamente qualitativa fatta dei grandi nomi dell’Irpinia enoica. Tra le imprese del settore anche l’azienda agricola Antonio Caggiano di Taurasi e Terredora di Montefusco. L’appuntamento a villa Sarno si è pertanto snodato in un percorso degustativo nei giardini e nei locali della rinomata tenuta in una serena e tranquilla atmosfera di apertura all’estate avellinese. Consistente il flusso dei visitatori che non si sono lasciati sfuggire l’occasione di sostare a sorseggiare all’aperto, tra luci soffuse e tavoli adagiati all’ingresso, le ultime annate in uno dei posti più gettonati dell’Irpinia bene, dove la classe si è saputa abilmente incastrare con la tavola dei semplici ma suadenti sapori dell’Irpinia che conta. A dare consigli agli appassionati sugli abbinamenti e sulla preparazione dei piatti tipici, non si sono astenuti gli stessi produttori che hanno fatto da guida nella presentazione dei prodotti in esposizione. La manifestazione è stata promossa anche con il sostegno dell’assessorato all’Agricoltura della Provincia di Avellino, coordinato da Vincenzo Alaia, con il supporto della Camera di commercio, della Comunità montana del Partenio e della Comunità montana Terminio Cervialto. Anche quest’anno la filosofia dell’iniziativa si è fatta portavoce di un messaggio semplice ma importante per il futuro del nostro turismo e della nostra economica agricola: Go Wine guarda in particolare al consumatore che ama viaggiare alla scoperta dei territori del vino di qualità e si propone di costruire un progetto che possa dare voce a questa figura qualificata di consumatore. Soddisfatto della performance l’ambasciatore della Città del vino Teobaldo Acone, che dichiara: “Siamo sempre più convinti di quanto sia importante realizzare un evento promozionale dei vini irpini all’interno del territorio e comunicare la crescita e la qualità della nostra viticoltura alla gente”. Presente anche Massimo Corrado, presidente Go Wine.
Antonietta Miceli

LE AZIENDE ESPOSITRICI
Caggiano Taurasi
Azienda Agricola Contrade di Taurasi Taurasi
Azienda Agricola Di Marzo Tufo
Azienda Agricola Di Meo Salza Irpina
Azienda Agricola Montevergine Avellino
Azienda Agricola Torricino Tufo
Azienda Agricola Villa Diamante Montefredane
Azienda Vinicola Antico Borgo Taurasi
Azienda Vitivinicola Contrada Michele Avellino
Azienda Vitivinicola Di Prisco Fontanarosa
Azienda Vitivinicola I Favati Cesinali
Cantina Castel dei Franci CasteldeifranciCantina dei Monaci Santa Paolina
Cantine L’Ambrosia Avellino
Cantine Manimurci Paternopoli
Cin Cin Cripta Castagnara Grottolella
Colli di Lapio Lapio
D’Antiche Terre Azienda agricola Vega Manocalzati Romano Nicola Lapio
Tenuta Ponte Luogosano
Terredora di Paolo Montefusco
Villa Raiano Serino